Home » Articoli » Mattias Stahl : gli album che sto ascoltando

My Playlist

Mattias Stahl : gli album che sto ascoltando

Mattias Stahl : gli album che sto ascoltando

Courtesy Kjell Oscarsson

By

Sign in to view read count
1. Thelonious Monk, Solo Monk, (Columbia, 1965).

Ritorno sempre a questo disco, ascolto un sacco di Bach ma dopo un po' ho bisogno di qualcosa per staccare e Monk è la ricetta. E lo preferisco in solo o in trio.

2. Getatchew Mekurya, Negus of Ethiopian Sax , (Philips, 1970).

Musica fantastica, questi valzer con un solo accordo che si ripete all'infinito e l'ipnotica atmosfera.

3. The Charles Lloyd Quartet, Dream Weaver, (Atlantic, 1966).

Un sacco di energia in questo supergruppo con un esordio formidabile. Adoro Lloyd anche al flauto, e Jarrett —sono un grande fan dei suoi primi anni, quando suonava il piano verticale senza i riverberi ECM. Più abrasione ed eccitamento, meno perfezione.

4. Sonny Rollins, A night at the Village Vanguard, (Blue Note, 1958).

Trio impareggiabile con swing da vendere. Gli ho stretto la mano una volta!

5. Paul Bley, With Gary Peacock, (ECM, 1970).

Molto tempo fa—Paul Bley ci vola sopra, qualche accenno di struttura tradizionale, poi mondi paralleli, in volo ma ancora a terra in qualche modo. Strati armonici sovrapposti, come Charles Ives o qualcosa del genere... e anche voi potete volare con lui. Registrazione del 1963.

6. Jazz Composers Orchestra, Jazz Composers Orchestra , (JCOA, 1968).

Un capolavoro con il meglio dell'avanguardia: Don Cherry, Pharoah Sanders, Carla Bley, Cecil Taylor etc. Composizioni fantastiche di Michael Mantler che mettono in evidenza direzioni differenti, caos e ordine. Ascoltate «Preview» con Pharaoh e sarete messi KO!

7. Friends and Neighbors, The Earth Is #, (Clean Feed, 2021).

Quartetto incendiario! Questa classica formazione è di per sè una sfida e questi ragazzi la vincono con grandi pezzi, grande interplay e grandi assoli. Candidato al Grammy in Norvegia.

8. Carla Bley, {m: Gary Burton = 5485}}, A Genuine Tong Funeral, (RCA, 1968).

La fantastica musica di Carla Bley con una fantastica band (Steve Lacy e Gato Barbieri tra gli altri) tira fuori il meglio da Gary Burton. È una calda e assurda marching band che racconta un diavolo di storia.

9. Karl Berger, From Now On, (ESP Disk, 1967).

Energia! Sonorità sporche e selvagge con Carlos Ward, Ed Blackwell and Henry Grimes.

10. Jan Johansson, Georg Riedel, Rörelser (Megafon, 1963).

Musica per balletto da Stoccolma con due miei eroi musicali. Complessa e allo stesso tempo accessibile, ricca di swing.

FOR THE LOVE OF JAZZ
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

WE NEED YOUR HELP
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Post a comment

Tags

More

Jazz article: Mattias Ståhl: What I'm Listening To Now
Jazz article: Trish Clowes
My Playlist
Trish Clowes
Jazz article: The Ultimate Peggy Lee
Jazz article: Michael League
My Playlist
Michael League

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and includes upcoming jazz events near you.