All About Jazz

Home » Articoli » Live Review

1

Rope Trio: omaggio a Charlie Haden

Photo credit: Vigilio Forelli

Giuseppe Segala By

Sign in to view read count
TrentinoInJazz, Ai Confini ed Oltre—The Art of the Trio
Sala Falconetto, Palazzo Geremia
Trento
22.10.2020

Il Rope Trio, con Fabrizio Puglisi al pianoforte, Stefano Senni al contrabbasso e Zeno De Rossi alla batteria, vanta ormai una rodata esperienza, partita nel 2002 e scandita da due registrazioni, Have You Met Miss Bates?, del 2005, e Saints and Sinners, del 2009, entrambe pubblicate dalla gloriosa etichetta El Gallo Rojo.

Al concerto di Trento, ospitato nella Sala Falconetto del gotico-rinascimentale Palazzo Geremia per la rassegna "Ai Confini ed Oltre—The Art of The Trio" (all'interno di TrentinoInJazz), il trio presentava in anteprima un nuovo repertorio, che avrebbe riproposto il giorno successivo al Torrione Jazz Club di Ferrara. Un programma incentrato sulla musica e sulla figura di Charlie Haden, non solo con brani del compianto contrabbassista, ma pure con suggestioni e motivi di ispirazione che lo hanno visto protagonista di una vicenda artistica ricca ed esemplare nel jazz contemporaneo.

Solo il breve brano "Rope," in apertura del concerto, riarrangiamento del tema scritto da Leo F. Forbstein per il classico di Hitchkock diffuso in Italia con il titolo "Nodo alla gola," era tratto dal primo lavoro del gruppo: ormai marchio evidente del trio. Dall'atmosfera di quel brano, inquietante, sospesa, con bagliori di Monk e di Ran Blake, si entrava di contrasto in uno degli scenari più teneri e rilassati dell'universo di Haden: lo "Spiritual" inserito tra l'altro nel disco Dream Keeper della Liberation Music Orchestra e in Steal Away, in duo con Hank Jones, seguito senza soluzione di continuità dallo splendido tema di "Silence." Inevitabile il richiamo alla versione che Jarrett fece di quest'ultimo pezzo nel 1976, con Dewey Redman, Paul Motian e lo stesso Haden. Se gli echi di Jarrett traspaiono nel pianismo di Puglisi, vi si avverte in modo sempre evidente pure l'influenza di Paul Bley, in uno stile che mantiene però la propria cifra originale, nel dialogo libero e sospeso tra le mani, negli impasti timbrici, negli equilibri tra linearità e complessità.

Su analoghi equilibri si libra il lavoro del trio, qui in forma squisitamente acustica, senza l'amplificazione di pianoforte e batteria, che ha raggiunto la propria ottima carburazione nel medley successivo, da cui emergevano le sfumature più politiche e accorate dell'anima di Haden, con "La Pasionaria" e "Song for Che," ove risaltava puntualmente il lavoro denso, pastoso di Senni. Quest'ultimo brano immetteva però anche nell'orbita di Ornette, confermata nel successivo medley, con il danzante "Ramblin,'" dove si affacciava definitivamente il rapporto stretto con Bley, che del brano fece versioni memorabili. I rimandi di De Rossi a Motian, ma pure ad altre influenze, sono sottilmente innestati nel suo approccio calibrato, ricco di sfumature timbriche, di musicalità.

In questa sua nuova avventura, il Rope Trio ha dimostrato di tenere vive le proprie prerogative di effervescenza creativa e solida empatia, giungendo spesso a una feconda coesione, ricca di gradazioni timbriche ed espressive. Ben vengano questi intelligenti scandagli nel grande repertorio del jazz contemporaneo, sostenuti da reale interesse e idee fresche.

Post a comment

Tags

Jazz Near Trento
Events Guide | Venue Guide | Get App | More...

Shop Amazon

More

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.