All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

1

The Nels Cline Singers: Share the Wealth

Vincenzo Roggero By

Sign in to view read count
The Nels Cline Singers: Share the Wealth
L'idea era di registrare delle lunghe improvvisazioni per poi selezionare frammenti, operare un copia-incolla di davisiana memoria e dar vita ad una sorta di mosaico/collage psichedelico. L'ascolto del materiale registrato, la percezione della magia sprigionata dalle sessions e della unicità dei brani hanno cambiato le carte in tavola e suggerito di pubblicare integralmente, senza sforbiciate, quello che è diventato Share the Wealth. Ossia—nella versione doppio LP e CD (oltre ottanta minuti) registrato in soli due giorni dalla versione allargata di The Nels Cline Singers riunita per la prima volta—un disco meraviglioso.

Si inizia con «Segunda» di Caetano Veloso (il riferimento è alla versione di Gal Costa contenuta nell'album del 2011 intitolato Recanto) e siamo subito nell'iperspazio. La melodia introdotta dalla chitarra di Nels Cline, l'ingresso a piedi uniti del sax di Skerik, gli svolazzi acidi delle tastiere di Brian Marsella, ancora le svisate psichedeliche di Cline, il fondale ipnotico di batteria, percussioni e basso proiettano in una dimensione dove stordimento ed estasi sono le parole d'ordine. E sono passati all'incirca sei minuti!

Poco importa se «Stump the Panel» è un debito dichiarato nei confronti delle sperimentazioni elettriche di Miles Davis, dell'Herbie Hancock, anni settanta e dei primi Weather Report. Più che un atto d'amore nei confronti degli illustri precedenti, il brano si materializza come un lunghissima improvvisazione magistralmente condotta da musicisti particolarmente ispirati che trasformano frammenti, impulsi, sollecitazioni estemporanee in palpitante bellezza di forma compiuta.

I tre minuti scarsi di «Ashcan Treasure» suonati imbracciando un dobro degli anni venti, così stranianti ed enigmatici, fungono da camera di decompressione in attesa di «A Place on The Moon» l'altra lunga cavalcata del disco. Qui si esplora il suono, la rarefazione degli spazi è attraversata da onde fluttuanti, si galleggia in un limbo sferzato da grovigli elettrici e trasformato, nella seconda parte, dall'irruzione di robuste cellule ritmiche.

E poi come resistere a «The Pleather Patrol» piedi che battono, il corpo scosso da un irresistibile richiamo al movimento, il ghigno ammiccante di George Clinton a benedire il tutto. Insomma, come ormai accade quando è all'opera Mr. Cline, un album assolutamente da non mancare.

Album della settimana.

Track Listing

Segunda; Beam/Spiral; Nightstand; Stump the Panel; Headdress; Princess Phone; The Pleather Patrol; Ashcan Treasure; A Place on The Moon; Passed Down.

Personnel

Nels Cline: guitar, electric; Skerik: saxophone; Trevor Dunn: bass; Scott Amendola: drums; Brian Marsella: piano; Cyro Baptista: percussion.

Album information

Title: Share the Wealth | Year Released: 2020 | Record Label: Blue Note Records

Post a comment about this album

Watch

Tags

Shop Amazon

More

Strollin'
Monaco, Meurkens, Hoyson, Lucas
Aufbruch
J. Peter Schwalm / Markus Reuter
Cool With That
East Axis

Popular

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded albums and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, limited reopenings and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary step that will help musicians and venues now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the sticky footer ad). Thank you!

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.