Home » Articoli » Album Review » The Angelica Sanchez Nonet: Nighttime Creatures

The Angelica Sanchez Nonet: Nighttime Creatures

By

Sign in to view read count
The Angelica Sanchez Nonet: Nighttime Creatures
Pubblicato dalla Pyroclastic Records, Nighttime Creatures è il magistrale debutto del nonet della pianista Angelica Sanchez, organico che riunisce alcuni protagonisti della scene musicali di New York, Los Angeles e San Francisco: i sassofonisti Chris Speed e Michael Attias, il clarinettista Ben Goldberg, il cornettista Kenny Warren, il trombettista Thomas Heberer, il chitarrista Omar Tamez, il contrabbassista John Hébert e il batterista Sam Ospovat.

Trasferitasi nel 1994 a New York da Phoenix (Arizona), Angelica è parte dell'Exploding Star Orchestra di Rob Mazurek, ha inciso una decina di album come leader o co-leader (principalmente con Tony Malaby, Marc Ducret, Drew Gress, Tom Rainey, Tyshawn Sorey e Michael Formanek) e ha collaborato con Wadada Leo Smith, Billy Hart, Marilyn Crispell, William Parker e molti altri.

Nonostante un trentennio artistico di questo livello, la Sanchez è pianista e compositrice trascurata dai media, forse a causa delle sue proposte musicali impegnative e intransigenti. Qualcosa però sta cambiando e il suo recente disco (Sparkle Beings, Sunnyside) è stato esaltato anche dal Financial Times, mentre il New York Times l'ha incluso tra le migliori pubblicazioni del 2022.

Oggi quest'ambizioso lavoro pone Angelica Sanchez maggiormente sotto i riflettori per la sintesi vibrante, fantasiosa (e talvolta davvero seducente) che opera tra i modelli dell'avanguardia e il passato del jazz (il be-bop, Carla Bley, Anthony Braxton e altre influenze). Il suo ruolo di bandleader e compositrice è ovviamente esaltato: eccetto "Lady of the Lavender Mist" di Duke Ellington e "Tristeza" del cileno Armando Carvajal, tutti i brani sono scritti e arrangiati da lei con un bell'equilibrio tra parti scritte e libertà per i solisti.

Prima di parlare della musica dobbiamo accennare alla genesi dell'album. Insegnante nel 2022 al Bard College di Red Hook, prospicente le Catskill Mountains, Angelica ha trascorso quei mesi in una baita appartata nel bosco. «I boschi si trasformano di notte—ha detto la pianista—quando l'unica luce viene dalla luna crescente. Non potevi vedere la tua mano davanti al viso ma coyotes e altri animali si attivavano (...) Sentire i suoni di creature che non conosco ha reso selvaggia la mia immaginazione».

Da quell'esperienza nasce la suggestiva cover e la composizione che intitola l'album. Posta in apertura, i suoi caratteri chiave li ritroviamo in molte composizioni successive: una scrittura tematica rigorosa, influenzata dalla musica colta e da Braxton, che non diventa però aleatoria ma valorizza i solisti nelle specificità timbriche, spesso in contrapposizione/confronto. Il profondo clarinetto basso di Goldberg è onnipresente quanto la luminosa tromba di Heberer e i sassofoni di Attias e Speed. Influenzato dalla prima Carla Bley, "C. B. The Time Traveler" inizia col collettivo lento e austero per poi snodarsi in un quadro ritmicamente frizzante con Goldberg e Tamez in libero confronto improvvisato e concludersi in un acceso episodio free. Aperto dal libero intervento di Speed, "Cloud House" si sviluppa alternando episodi orchestrali diversi (dal post free al bandistico) al magistrale multiforme intervento di Attias al contralto.

A parole questa musica può sembrare caratterizzata da troppi contrasti ma, all'ascolto, tutto scorre in modo fluido, in una sintesi raffinata tra le diverse anime dell'avanguardia "colta," a partire dal cool jazz più sperimentale. A metà del percorso troviamo l'inatteso e seducente arrangiamento di "Lady of the Lavender Mist," che si sviluppa con ossequioso rispetto per la tradizione e l'elegante lirismo di Ellington.

Un lavoro esemplare. Uno degli album più intensi e riusciti del 2023 e, ovviamente, album della settimana.

Track Listing

Nighttime Creatures; C.B. the Time Traveler; Cloud House; Astral Light of Alarid; Lady of the Lavender Mist; Land Here; Ringleader; Big Weirdo; Wrong Door for Rocket Fuel; Tristeza; Run.

Personnel

Album information

Title: Nighttime Creatures | Year Released: 2023 | Record Label: Pyroclastic Records

Comments

Tags


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

More

Eagle's Point
Chris Potter
Can You Hear It?
Mikko Innanen / Cedric Piromalli / Stefan Pasborg
Elegy for Thelonious
Frank Carlberg Large Ensemble

Popular

Jazz Hands
Bob James
Esengo
London Afrobeat Collective
Light Streams
John Donegan - The Irish Sextet

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.