Home » Articoli » Nick Millevoi

Lyrics

Nick Millevoi

By

Sign in to view read count
01. Jeff Parker -New Breed (International Anthem -2016).
Sto ascoltando questo disco ogni giorno da una settimana. È una splendida combinazione di loops, ritmi e suoni dal vivo. Grandi brani e l'intero album possiede uno straordinario groove, è divertente e ha un suono unico.

02. Grant Green -Goin' West (Blue Note -1969).
Mi piace il country-jazz e in questo album Grant Green suona brani western con Herbie Hancock, Reggie Workman, and Billy Higgins! L'ho acquistato l'anno scorso e probabilmente è il disco che più ho ascoltato nel 2016. La versione di "Red River Valley" è straordinaria.

03. Lou Donaldson -Gravy Train (Blue Note -1962).
Straight ahead jazz venato di blues con congas. Non ne ho mai abbastanza. L'approccio di Donaldson è molto diretto e la versione di "South of the Border" si situa nel cowboy-jazz che amo particolarmente.

04. Autori Vari -Shazam! And Other Instrumentals Written by Lee Hazlewood (Ace Records -2016).
Grande compilation. Duane Eddy, The Ventures, Hal Blaine, Jack Nitzsche e molti altri. Musica come questa suona epica e attuale come cinquant'anni fa!

05. John Zorn -Painted Bird (Tzadik -2016).
Questo è il quarto album dei Simulacrum di John Zorn e il mio preferito. Kenny Wollesen suona il vibrafono e aggiunge una nuova dimensione al suono del gruppo. Gli ultimi lavori di Zorn bazzicano spesso nella mia mente e questo più di tutti. Grande scrittura e grandi interpreti.

06. Ana Hogberg Attack -Ana Holberg Attack (Omlott -2016).
Conosco poco di questo album. L'unico musicista familiare è la bassista Elsa Bergman che fornisce un contributo notevole al suono del disco. La sezione ritmica è formidabile e si combina ottimamente con la scrittura melodicamente ombrosa. Non vedo l'ora di ascoltare altri dischi di Ana Hogberg.

07. Willie Nelson -Teatro (Island -1998).
Ancora cowboy music. Willie è qui prodotto da Daniel Lanois, impegnato nello stesso periodo con Time Out of Mind di Bob Dylan e Wrecking Ball di Emmylou Harris. Sonorità scarne -in diversi brani non c'è neppure il basso -ma con un grande lavoro di batteria che conferisce un'atmosfera Tex-Mex.

08. Joni Mitchell -Hejira (Asylum -1976).
Un classico a cui ritorno di frequente. È stato il primo album di Joni Mitchell acquistato dopo aver visto:The Last Waltz." Ogni brano è grandioso così come lo sono i musicisti. E il documentario di Jaco Pastorious che ho visto non ha fatto altro che confermarlo.

09. Ahmad Jamal -Trio and Quintet Recordings with Ray Crawford (Definitive Records -2016).
È il trio che mi prende in modo particolare. Arrangiamenti ed esecuzione sono perfette e Ray Crawford-musicista estremamente sottovalutato -è ineguagliabile. Il suo modo di suonare percuotendo la chitarra è caduto in disuso ma è stato un contributo importante per la musica! Essenziale per gli amanti della chitarra!

10. Cal Tjader -The Latin Kick (Fantasy -1956).
Mi sono ritrovato ad ascoltare un sacco di exotica e vibrafono recentemente e questo disco possiede entrambi in abbondanza. La copertina mi ha solleticato ulteriormente l'ascolto: una grande foto di cactus che richiama alla mente la jazz-western music di sessant'anni fa. Grandi brani, arrangiamenti di gusto e un impeccabile Tjader.

Post a comment


FOR THE LOVE OF JAZZ
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

WE NEED YOUR HELP
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Tags

More

Jazz article: The 4th of July
Jazz article: Sassy from SuperBlue

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and includes upcoming jazz events near you.