1

Andrea Grillini e il Questionario di Proust

Paolo Peviani BY

Sign in to view read count
Il tratto principale della mia musica
Sostanzialmente mi immagino delle fotografie, ricche di dettagli.

La qualità che desidero nei musicisti che suonano con me
Con i musicisti che suonano con me esiste un legame affettivo e umano. Sono persone con cui è nato uno scambio di informazioni, sancito da una profonda lealtà.

Come musicista, il momento in cui sono stato più felice
Ce ne sono tanti di momenti felici: da chi dopo un concerto ti dedica una poesia, ai collaboratori più stretti dove ci si intende al volo nei discorsi, o semplicemente un sorriso o uno sguardo complice durante un live... In realtà uno ce l'ho ma lo tengo per me...

Come musicista, il mio principale difetto
Essere testardo e lavorare ai minimi dettagli, tralasciando a volte la spontaneità.

La mia più grande paura quando suono
Non far stare a proprio agio i miei compagni di viaggio

Sogno di suonare
Con Marshall Allen.

La mia fonte di ispirazione
Dalla natura alla cucina, passando per i più grandi del jazz.

I miei musicisti preferiti
Tantissimi, troppi... Mi perdo solo a pensarci

I miei dischi da isola deserta
Anche qui tanti, troppi ... Non basterebbe l'isola per contenerli. Comunque tra di questi ci sono sicuramente Chants di Craig Taborn, My Funny Valentine di Miles Davis, Space is the Place di Sun Ra

La canzone che fischio sotto la doccia
Giorgio Gaber: "Torpedo blu."

I miei pittori preferiti
Michelangelo, De Chirico, Antonio Ligabue, Francis Bacon e tantissimi altri.

I miei film preferiti
"L'uomo senza sonno," "Memento," "Shutter Island," "Taxi Driver," "Arancia meccanica," "Brazil," tutti i film di Elio Petri e tantissimi altri...

I miei scrittori preferiti
Pasolini, Calvino, Benni e molti altri.

La mia occupazione preferita
Studiare, ascoltare e mangiare.

Il dono di natura che vorrei avere
L'istinto che hanno gli animali selvatici.

Nella musica, la cosa che detesto di più
Pensare.

Gli errori musicali che mi ispirano maggiore indulgenza
Partiamo dal punto che non siamo robot o computer Midi... È interessante far ragionare le persone ed educarle, facendo notare gli errori senza giudicare...

Il pezzo che vorrei venisse suonato al mio funerale
"Frevo" di Egberto Gismonti.

Lo stato attuale della mia attività musicale
Una crisalide dentro un congelatore.

Il mio motto
Meglio di ieri, peggio di domani, per gentile concessione del grandissimo Achille Succi.

Post a comment

Watch

Tags

Shop Amazon

More

Jazz article: Frank Woeste
My Favourite Things
Frank Woeste

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.