Home » Articoli » Warriors of the Wonderful Sound: Soundpath

2
Album Review

Warriors of the Wonderful Sound: Soundpath

By

Sign in to view read count
Warriors of the Wonderful Sound: Soundpath
Nel 2011 il sassofonista di Filadelfia Bobby Zankel, leader della big band The Warriors of the Wonderful Sound e promotore di laboratori di musica contemporanea, propose a Muhal Richard Abrams un lavoro compositivo che avrebbe dovuto essere affidato alla band, con la direzione dello stesso pianista. Operazioni di questo tipo erano già state realizzate da Zankel negli anni precedenti con le musiche per big band di Julius Hemphill, dirette da Marty Ehrlich, poi con composizioni di Rudresh Mahanthappa e Steve Coleman.

Muhal andò ad ascoltare The Warriors in un concerto all'Iridium di New York e due mesi dopo recapitò a Zankel Soundpath, una partitura di settanta pagine. In seguito, il pianista realizzò sei sedute di prova con la band e nel 2012 si giunse al primo concerto a Filadelfia: una performance ininterrotta di circa un'ora e mezzo, che si concluse con una standing ovation.

Un anno dopo la scomparsa del pianista chicagoano, avvenuta nell'ottobre del 2017, il suo lavoro fu registrato da un organico particolare dell'orchestra, che comprendeva una significativa rappresentanza di solisti di rango della scena contemporanea, sotto la direzione di Ehrlich e la supervisione musicale di Zankel, ambedue presenti pure al sax alto. Tra gli altri, erano della partita i trombettisti Dave Ballou, Duane Eubanks e Graham Haynes, i trombonisti Steve Swell, Michael Dessen, Jose Davila, il contrabbassista Michael Formanek e il batterista Chad Taylor.

Tale messe di solisti è in grado di interpretare con il giusto spirito la musica di Abrams, che nella registrazione è condensata in poco più di quaranta minuti. Sia nelle parti d'insieme che negli interventi solistici, la big band si mostra perfettamente a proprio agio con la scrittura di Muhal, dall'impronta ben riconoscibile nel proprio gusto di mescolare con schietta esuberanza tradizione e audacia innovativa, soluzioni timbriche e metriche accattivanti. Lo spirito di Abrams è interpretato con sensibile elasticità sotto la direzione di Ehrlich, del quale ricordiamo le frequenti, pregevoli collaborazioni sia con lui che con Hemphill.

Il lungo Sentiero Sonoro, che purtroppo nel CD ora pubblicato da Clean Feed è disposto su un'unica traccia, si dipana nell'alternanza di nove sezioni, che partono generalmente da un insieme di dosaggio strumentale differente, con caratteri espressivi eterogenei, per sfociare negli interventi solistici, affidati nel corso del brano praticamente a tutti i musicisti. La coerenza di questa versione registrata è evidente, ben compattata nel passaggio fluido tra le robuste parti d'insieme, timbricamente e ritmicamente ricche, e le parti solistiche, spesso sostenute dalla ammirabile sezione ritmica, a sua volta protagonista di interventi significativi, come quelli di Michael Formanek nelle sezioni D e F e di Chad Taylor nella conclusiva sezione I. Che si congeda con densi accordi d'insieme e un tema esuberante, emblematico della personalità di Muhal e della tradizione legata alla scuola di Chicago.

Album della settimana.

Track Listing

Soundpath: One track for entire composition.

Personnel

Warriors of the Wonderful Sound: band/orchestra; Marty Ehrlich: clarinet; Bobby Zankel: saxophone, alto; Julian Pressley: saxophone, alto; Robert DeBellis: saxophone, tenor; Hafez Modirzadeh: saxophone, tenor; Mark Allen: saxophone, baritone; Dave Ballou: trumpet; Duane Eubanks: trumpet; Graham Haynes: cornet; Josh Evans: trumpet; Steve Swell: trombone; Michael Dessen: trombone; Alfred Patterson: trombone; Jose Davila: trombone, bass; Michael Formanek: bass, acoustic; Tom Lawton: piano; Chad Taylor: drums.

Album information

Title: Soundpath | Year Released: 2020 | Record Label: Clean Feed Records


FOR THE LOVE OF JAZZ
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

WE NEED YOUR HELP
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Post a comment about this album

Tags

More

Someday
Marc Copland Quartet
Solemn Moments
Christopher Lucas Wilson
For You I Don’t Want To Go
Kirk Knuffke / Michael Bisio
Bog Bodies
Bog Bodies

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and includes upcoming jazz events near you.