Home » Articoli » Vein Trio al Piccolo Teatro di Milano

Live Review

Vein Trio al Piccolo Teatro di Milano

By

Sign in to view read count
Vein Trio
Jazz al Piccolo—Orchestra Senza Confini-XXI Edizione
Piccolo Teatro Strehler
Milano
21.1.2019

Il concerto di apertura della ventunesima rassegna Orchestra Senza Confini ha visto salire sul palco del Piccolo Teatro Strehler gli svizzeri VEIN, al secolo Michael Arbenz al pianoforte, Thomas Lähns al contrabbasso, Florian Arbenz alla batteria.

Vein come "vena," vocabolo che anche in tedesco racchiude in sé tutte le sfumature che ha nella lingua italiana. Vaso sanguigno e dunque sede di flussi vitali, vena aurifera e dunque preziosa, vena artistica ... E nelle vene dei componenti del trio scorrono numerose influenze. Dalla musica classica, non solo studiata ma anche praticata ai massimi livelli (ricordiamo le collaborazioni con Pierre Boulez, Kent Nagano, Heinz Hollinger) al jazz più contemporaneo (da Greg Osby a Glenn Ferris, a Wolfgang Puschnig), passando per il funk, il pop, il rock, in breve tutte quelle musiche che rientrano nel bagaglio di ogni musicista delle ultime generazioni.

Nella prima parte del concerto il trio ha affrontato un repertorio di brani già pubblicati, come il vivace "Boarding the Beat" o l'elegante scansione ternaria di "Road to the Sentimental Knowledge," dando prova di grande fantasia e creatività nella scrittura e nello sviluppo dei brani.

Nella seconda parte del concerto, il trio è stato affiancato dalla Civica Jazz Band diretta da Enrico Intra ed ha presentato brani tratti dall'album Symphonic Bop, di prossima pubblicazione per la Challenge Records/Bertus. Una ghiotta anteprima per gli appassionati milanesi, che hanno avuto modo di apprezzare i brani in uscita, ma anche la perfetta integrazione dell'orchestra con il trio. Nella concezione musicale dei Vein, infatti, la big band diventa una vera e propria estensione del trio, amplificandone ed espandendone le potenzialità sonore. Brani dalla scrittura complessa come "Under Construction" hanno dunque mostrato le qualità musicali del trio, valorizzando allo stesso tempo l'impeccabile esecuzione della Civica Jazz Band, impreziosita dagli interventi solistici di Emilio Soana alla tromba, Andrea Andreoli al trombone, Giulio Visibelli ai sax.

Prossimi appuntamenti della rassegna, il 18 Febbraio con lo swing di Gorni Kramer, il 18 Marzo con una serata interamente dedicata alle donne (tra le soliste ospiti, segnaliamo Silvia Bolognesi, Carla Marciano, Cecilia Sanchietti), il 15 Aprile con le musiche di Antonello Salis arrangiate da Riccardo Fassi.

FOR THE LOVE OF JAZZ
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

WE NEED YOUR HELP
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Post a comment

Tags

More

Jazz article: Monterey Jazz Festival at 65: Let it Happen
Jazz article: Joel Ross Live at Dazzle
Jazz article: Gov't Mule at the Fox Theatre

Popular

Read Ramsey Lewis: Life is Good
Read Lew Tabackin: On Becoming and Barolo
Read Herbie Hancock: An Essential Top Ten Albums
Read Quiet Knowing: The Music Of Gentiane MG
Read Matthew Shipp: A Dozen Essential Albums

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and includes upcoming jazz events near you.