All About Jazz

Home » Articoli » My Favourite Things

1

Stefanie Kunckler e il Questionario di Proust

Stefanie Kunckler e il Questionario di Proust
Paolo Peviani By

Sign in to view read count
Il tratto principale della mia musica
Vedo la musica come un linguaggio con cui posso porre della domande, raccontare delle storie, o anche dimostrare il vuoto. La situazione "mi mancano le parole" non esiste.

La qualità che desidero nei musicisti che suonano con me
Il sentimento che ciascuno possa ispirare l'altro.

Come musicista, il momento in cui sono stato più felice
Suonando posso dimenticare, posso liberarmi di tante cose. Quando questo succede nella band, o quando arriva anche al pubblico, sono felice. Questi momenti liberano tante energie, che si sentono per molto tempo.

Come musicista, il mio principale difetto
Sono molto lenta in diverse cose.

La mia più grande paura quando suono
Che mentre lo spirito si muove, i miei pensieri sono distratti e non riesco a mantenere la concentrazione. Così il mio suonare musica non ha più senso.

Sogno di suonare
Sogno dei concerti al buio.

La mia fonte di ispirazione
Il silenzio.

I miei musicisti preferiti
Faccio fatica a menzionarne solo pochi. Possono essere delle persone del mio ambiente, ma anche delle leggende del Jazz, della Classica, del Grunge o della World Music.

I miei dischi da isola deserta
Forse non prenderei niente della vita passata, perché le cose più importanti sono già lì: la memoria, la scoperta, la creatività ... OK, forse Crescent di John Coltrane, A Turtle's Dream di Abbey Lincoln, The Shape of Jazz to Come di Ornette Coleman, Le Pas du Chat Noir di Anouar Brahem, e tanti altri ...

La canzone che fischio sotto la doccia
È una cosa che non faccio. Durante la fase della composizione, canto mentalmente ovunque. Dove mi trovo non fa differenza.

I miei pittori preferiti
Uh ... ce ne sono diversi! Max Ernst, Vera Molnar, Oskar Schlemmer, Pablo Picasso, e tanti altri.

I miei film preferiti
"Un Mondo in Pericolo" di Markus Imhoof, "Miele" di Valeria Golino, "La Fiamma del Peccato" di Billy Wilder.

I miei scrittori preferiti
Bernhard Schlink e Rafik Schami.

La mia occupazione preferita
Ad essere sincera, non ha niente a che vedere con la musica. A volte potrei osservare degli animali per tutto il giorno. È una cosa che ha un fattore di intrattenimento enorme.

Il dono di natura che vorrei avere
Vorrei avere la resistenza che serve per una vita intera.

Nella musica, la cosa che detesto di più
L'industria della musica.

Gli errori musicali che mi ispirano maggiore indulgenza
Note musicali sbagliate, sorprendentemente mescolano le armonie.

Il pezzo che vorrei venisse suonato al mio funerale
Il suono delle pietre, del mare, il vento tra le foglie degli alberi... Qualcosa del genere.

Lo stato attuale della mia attività musicale
La musica è sempre in una sorta di fase di sviluppo, che non si completa mai. Però la produzione di un CD—come il mio ultimo album "Amateur"—è un momento istantaneo, che ad certo punto viene fissato. Quando l'album viene pubblicato, lo sviluppo personale e musicale è già andato in un altro punto. Così l'esecuzione si muove lungo due fronti, su due tracce, e una sorpassa l'altra continuamente. Sembra un respiro e ci tiene mobili, attenti.

Il mio motto
Non dimenticare—Respirare.

Post a comment

Watch

Tags

Shop Amazon

More

Read Frank Woeste
By Paolo Peviani
Frank Woeste

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.