1

Flavio Caprera: Franco D’Andrea - Un Ritratto

Paolo Peviani BY

Sign in to view read count
Franco D'Andrea—Un Ritratto
Flavio Caprera
209 pagine
ISBN: # 978-88-5925-727-1
EDT
2021

Lo scorso marzo, Franco D'Andrea ha compiuto ottant'anni. Giornalisticamente parlando, un'evidente e ghiotta occasione per ripercorrerne le vicende umane ed artistiche.

Sarebbe tuttavia riduttivo vedere in questo Ritratto, che Flavio Caprera ha dedicato al pianista meranese, la semplice celebrazione della —sia pur importante— ricorrenza. Diremmo piuttosto che siamo di fronte ad un lavoro dalle ambizioni documentaristiche, che parte da lontano.

Dagli esordi sullo strumento nella Merano degli anni '50 alla nuova giovinezza dei giorni nostri, il viaggio di questo Moderno Ulisse è raccontato con dovizia di particolari, con cura certosina del dettaglio. Ricordi personali, analisi dei singoli brani degli album pubblicati, interviste con musicisti che hanno condiviso con D'Andrea tratti del suo percorso musicale. E sullo sfondo, l'evoluzione della scena jazzistica italiana ed europea.

L'incontro con Gato Barbieri, che apre le porte ad una dimensione dove senti di essere contemporaneo a tutto quello che sta succedendo nel jazz.

Il Perigeo, che viene stroncato dalla critica specializzata mentre Joe Zawinul, riconoscendone il valore, dopo il concerto di Amburgo non li vuole più come gruppo di spalla perché teme offuschino i suoi Weather Report.

Il supergruppo Quatre, che in una certa misura segna una presa di consapevolezza del jazz europeo. Nella stessa giornata in cartellone c'erano Keith Jarrett, Carla Bley con l'orchestra nel suo pieno splendore ... Non ci siamo fatti minimamente intimidire da musicisti di quel livello. Eravamo tranquilli perché eravamo un'altra cosa e funzionavamo bene.

Enrico Rava, amico e compagno di mille avventure musicali, che con sintesi folgorante definisce D'Andrea Genio e Regolatezza.

Le etichette che hanno accompagnato la crescita del jazz italiano in questo lungo cammino, come la Red Records di Sergio Veschi, la Philology di Paolo Piangiarelli, il collettivo El Gallo Rojo, il Parco Della Musica.

Negli ultimi capitoli, la storia diventa cronaca ed approda ai giorni nostri, a quelle che Caprera definisce la nuova vita e la nuova giovinezza del pianista, modernizzatore autentico, capace di traghettare il jazz da una concezione orientata alla ripetizione delle forme e dei generi americani al nuovo stile che ha contraddistinto la sensibilità italiana nel mondo.

Post a comment

Tags

Shop Amazon

More

Popular

Read Chico Hamilton: The Master
Read Wayne Shorter: An Essential Top Ten Albums
Read John Clayton: Career Reflections

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.