Home » Articoli » Album Review » Sonny Stitt: Boppin’ in Baltimore Live at the Left Bank

Sonny Stitt: Boppin’ in Baltimore Live at the Left Bank

By

Sign in to view read count
Sonny Stitt: Boppin’ in Baltimore Live at the Left Bank
L'11 novembre 1973 alla Famous Ballroom di Baltimora il quartetto di Sonny Stitt, fresco reduce dai fasti dei Giants of Jazz (Gillespie, Monk, Winding, Blakey, McKibbon) e certamente in stato di grazia (non aveva del resto ancora cinquant'anni pur essendo già un veterano, per qualcuno addirittura un sorpassato), tenne un concerto ricco di fuoco e invenzioni a getto continuo che oggi, grazie a Jazz Detective, trova posto in un doppio album (CD o LP) comprensivo di ampio libretto di accompagnamento (con interventi, fra gli altri, di Kenny Barron, Louis Hayes e, esterno al gruppo, Charles McPherson), che peraltro accredita Stitt solo al sax alto, laddove subito nell'iniziale "Baltimore Blues" (quasi venti minuti tiratissimi) lo si ascolta generosamente anche al tenore, su cui si produce poi per tutto il secondo CD, nei primi due brani del quale si ascolta distintamente un secondo tenorista che non ci è stato possibile individuare (pare che neppure Barron, interrogato in proposito, abbia saputo essere d'aiuto).

Carenze abbastanza inspiegabili (almeno la prima), vista la cura di cui tutto il resto gode (a partire dal riversamento e conseguente qualità di ascolto). E la musica, poi, è di livello eccellente, soprattutto—se proprio dovessimo indicare qualche titolo—nel già citato "Baltimore Blues," e poi in "Lover Man" e in "A Different Blues," che sfiora a sua volta il quarto d'ora. Musica spesso torrenziale, come si sarà inteso, senza remore, liberatoria, intercalata da qualche opportuno ripiegamento, in un corpus totale assolutamente gratificante, che ci consente un bagno salutare in un jazz quanto mai vivo (pur con tutta l'acqua passata sotto i ponti dal suo perido aureo), in grado di darci l'esatta misura di cosa distingua musicisti come Sonny Stitt (e soci, tutti inappuntabili) dai tanti pur impeccabili epigoni che ne rifanno il verso: la storia, la classe, l'autenticità. La vita.

Album della settimana.

Track Listing


CD 1:
Baltimore Blues; Star Eyes; Lover Man (Oh Where Can You Be?); They Can't Take That Away from Me.
CD 2:
A Different Blues; Stella by Starlight; Deuces Wild; The Theme.

Personnel

Sonny Stitt
saxophone
Sam Jones
bass, acoustic
Additional Instrumentation

Sonny Stitt: alto & tenor saxophone; unknown: tenor saxophone added in CD2 #1 & 2.

Album information

Title: Boppin’ in Baltimore Live at the Left Bank | Year Released: 2023 | Record Label: Jazz Detective

Comments

Tags


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

More

Elegy for Thelonious
Frank Carlberg Large Ensemble
Echolocation
Mendoza - Hoff - Revels
Maniera
Marco Baldini
Hackney Diamonds (2CD)
Rolling Stones

Popular

Jazz Hands
Bob James
Esengo
London Afrobeat Collective
Light Streams
John Donegan - The Irish Sextet

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.