All About Jazz

Home » Articoli » CD/LP/Track Review

0

AA.VV.: Povezave / Connessioni

Neri Pollastri By

Sign in to view read count
Povezave / Connessioni

AA.VV.

* * * ½

Klopotec

Saxofour: Jast a Closer Walk With Thee; Sheila Jordan & Cameron Brown: Confirmation; Karlheinz "Carlitos" Miklin & Quinteto Argentina: Palomar; The Fonda/Stevens Group: A Summer's Morning; Dennis Gonzalez & Joao Paulo: Theme from Pradis; Disorder at the Border: Faithful; Ken Vandermark "Made To Break": Contact Sheet; Neighbours Cercle: Pattern / Solitaritätslied.

Vent'anni per un festival jazz non sono mai poca cosa, ma diventano un traguardo ancor più prestigioso se questo nasce dall'iniziativa di un gruppo di appassionati che poi continuano per tutto il tempo a gestirlo senza fini di lucro, da volontari, spinti solo dalla passione. E il traguardo è ancor più importante se si tratta di un festival geograficamente "marginale," organizzato in una piccolissima cittadina -Cormòns -di una provincia anch'essa piccola -Gorizia -facente parte di una regione di confine e certo di solito non protagonista sulla scena politica e culturale italiana qual è il Friuli Venezia Giulia. Tutte caratteristiche del Jazz & Wine of Peace Festival (clicca qui per leggere l'intervista al Direttore Artistico Mauro Bardusco e qui per la cronaca della rassegna 2017), che quest'anno è infatti arrivato a tagliare il nastro dei vent'anni.

Non paga di questo autorevole risultato, Controtempo (l'associazione culturale che organizza il festival) ha deciso di celebrarlo in grande stile, dedicando alle venti edizioni della manifestazione un libro (non solo) fotografico, del quale parliamo in un altro articolo, e un disco, edito dall'etichetta slovena Klopotec e registrato da Iztok Zupan, che della casa discografica è patron.

Il lavoro raccoglie otto brani di altrettante formazioni esibitesi al festival tra il 2002 e il 2016 (ma gran parte dei pezzi provengono dalle edizioni successive al 2013), quattro registrate in Italia e altrettante in Slovenia, a sottolineare uno degli aspetti caratteristici del Jazz & Wine of Peace: il suo essere "di frontiera," anzi transfrontaliero -non a caso anche il libro celebrativo si intitola "Sconfini" -avendo addirittura anticipato l'abolizione di quella separazione doganale che fino a una decina d'anni orsono faceva sì che per recarsi ai concerti sloveni fosse necessario esibire la carta d'identità.

In realtà la selezione dei brani evidenzia anche altre due caratteristiche peculiari del festival friulano: la originalità delle sue proposte e la loro altissima qualità. Nelle otto tracce si alternano infatti un quartetto di sassofoni austriaco (con Wolfgang Puschnig) e il duo del trombettista statunitense Dennis Gonzales con il pianista portoghese Joao Paulo, quartetti sperimentali come l'austro-inglese Neighbours Cercle o il Joe Fonda / Michael Jefry Stevens Group (con Herb Robertson alla tromba) e il curioso Quinteto Argentina dello strepitoso (quanto sottovalutato) sassofonista austriaco Karlheinz Miklin, il duo -tradizionale ma scoppiettante -di Sheila Jordan con Cameron Brown e il quartetto di Ken Vandermark, fino al trio d'improvvisazione Disorder at the Border, con i nostri Giovanni Maier e Daniele D'Agaro assieme allo sloveno Zlatko Kaucic, esempio concreto di quel processo di "connessione sconfinante" rappresentato dal festival. Otto tracce nelle quali, pur nella loro estrema varietà e nel carattere di "raccolta" che il disco non può non avere, mai vengono meno la profondità della musica messa in scena, la raffinatezza, il gioioso spirito di ricerca. Il tutto esaltato da una eccellente qualità sonora di registrazioni -va ricordato -tutte realizzate live nel corso di esecuzioni spesso affollate e in luoghi non semplici da gestire armati di apparati tecnici.

Un bel documento, quindi, che ha non solo un significato documentale o celebrativo, perché si ascolta con grande piacere avendo ogni brano ha un valore artistico in sé.

Track Listing: Saxofour: Jast a Closer Walk With Thee; Sheila Jordan & Cameron Brown: Confirmation; Karlheinz “Carlitos” Miklin & Quinteto Argentina: Palomar; The Fonda/Stevens Group: A Summer’s Morning; Dennis Gonzalez & Joao Paulo: Theme from Pradis; Disorder at the Border: Faithful; Ken Vandermark “Made To Break”: Contact Sheet; Neighbours Cercle: Pattern / Solitaritätslied.

Title: Povezave / Connessioni | Year Released: 2017 | Record Label: Klopotec

Tags

comments powered by Disqus

Related Articles

Read Ellipse CD/LP/Track Review
Ellipse
by Dan McClenaghan
Published: February 23, 2018
Read While We Still Have Bodies CD/LP/Track Review
While We Still Have Bodies
by Tyran Grillo
Published: February 23, 2018
Read Ghost Town Blues Band CD/LP/Track Review
Ghost Town Blues Band
by C. Michael Bailey
Published: February 23, 2018
Read Toot Suite CD/LP/Track Review
Toot Suite
by Nicholas F. Mondello
Published: February 23, 2018
Read Love + Time + Divination CD/LP/Track Review
Love + Time + Divination
by Dan Bilawsky
Published: February 22, 2018
Read Gleb Kolyadin CD/LP/Track Review
Gleb Kolyadin
by Geno Thackara
Published: February 22, 2018
Read "Recent Developments" CD/LP/Track Review Recent Developments
by John Sharpe
Published: October 21, 2017
Read "Each Edge of the Field" CD/LP/Track Review Each Edge of the Field
by John Eyles
Published: July 4, 2017
Read "A Rift in Decorum: Live at the Village Vanguard" CD/LP/Track Review A Rift in Decorum: Live at the Village Vanguard
by Mark E. Gallo
Published: July 27, 2017
Read "Morning Sun" CD/LP/Track Review Morning Sun
by Jack Bowers
Published: August 18, 2017
Read "Polygon" CD/LP/Track Review Polygon
by Pascal-Denis Lussier
Published: May 21, 2017
Read "Déjà Vu" CD/LP/Track Review Déjà Vu
by Troy Dostert
Published: September 20, 2017