Nick Moran Trio: No Time Like Now

AAJ Italy Staff BY

Sign in to view read count
Nick Moran Trio: No Time Like Now
A cinque anni dal precedente Messenger, il chitarrista newyorchese Nick Moran esce con un nuovo disco in trio: No Time Like Now. Con lui sono l'organista Brad Whiteley ed il batterista Chris Benham. L'organico non è certo nuovo ed effettivamente il repertorio che propone è proprio quello che ci si attende da una formazione del genere, pur se le composizioni sono per la maggior parte originali: si spazia dal jazz-blues meno contaminato al funk al latin, con un paio di ballads a completare il quadro.

Moran dichiara di essere cresciuto ascoltando rock e blues e di essere approdato tardi al jazz, grazie alla musica di George Benson. Quelle influenze si ritrovano tutte nelle sue composizioni e nei suoi arrangiamenti di pezzi altrui. Anzi, l'apertura del disco è un omaggio alla prima grande stagione del rock inglese: quella, tra gli altri, dei Cream, la cui "Strange Brew" Moran interpreta come un blues a tempo rapido.

Sono forse le medesime influenze, che ancora condizionano fortemente la visione musicale del chitarrista, a determinare la debolezza più evidente di questo disco, almeno per chi scrive. Moran non riesce a proporre un trio con organo Hammond che rinnovi, senza per forza distaccarsene, il modello classico di tutti i trio del genere: quello di Jimmy Smith con Wes Montgomery. È molto probabile che l'intento fosse esattamente quello di aderire al modello, ma per chi fa musica è sempre opportuno interrogarsi sul senso che possa avere la riproposizione, a cinquant'anni di distanza, di una formula che all'epoca era innovativa, mentre ora paga lo scotto dell'usura, provocata dalle molteplici imitazioni.

Altro aspetto problematico si riscontra nella cura del suono: di Moran, soprattutto. succede che la chitarra venga letteralmente risucchiata dall'Hammond, così che le belle idee del leader perdono di efficacia, perché scarsamente udibili ("No Time Like Now"). Oppure capita che una melodia lirica e piena di potenziali sfumature come quella di "My Beautiful" sia suonata con un tocco secco e poco espressivo, che ne sminuisce il valore. Non è un caso che gli episodi più riusciti siano quelli in cui Moran e soci abbandonano gli stereotipi del trio Smithiano per tentare qualche strappo, come avviene con i cupi tamburi che segnano l'incedere di "Natalya" o con la melodia astratta di "Wishful Thinking".

Occorrerà una spinta maggiore sull'aspetto del rinnovamento delle forme tradizionali, perché questo gruppo riesca a dire la propria nel campo -a volte sclerotizzato- dell'Hammond trio. Ma le basi, in tal senso, sembrano già essere state gettate, pure se non sfruttate appieno.

Track Listing

Strange Brew; My Beautiful; Intention; Slow Drive; Wishful Thinking; No Time Like Now; Say Hi to Paris; Natalya; The Physicist Transformed; Renewal.

Personnel

Nick Moran: guitar; Brad Whiteley: organ; Chris Benham: drums.

Album information

Title: No Time Like Now | Year Released: 2012 | Record Label: Manor Sound Records

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

Fetish
Dave Zinno Unisphere
All Set
Stéphane Payen, Ingrid Laubrock, Chris Tordini,...
Major Influence
Graham Dechter
Narratives
Alisa Amador
Trust Me
Gerry Eastman Trio
Wandersphere
Stephan Crump

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.