Home » Articoli » Tyshawn Sorey: Mesmerism

Album Review

Tyshawn Sorey: Mesmerism

By

Sign in to view read count
Tyshawn Sorey: Mesmerism
«Ho sempre accolto con favore l'opportunità di suonare questa musica—dice Tyshawn Sorey-. Dopo essere stato etichettato come un cosiddetto "avanguardista" per quasi due decenni, ho deciso che era giunto il momento di realizzare questa session con musicisti che rispetto e ammiro profondamente».

Un piano trio in omaggio alla tradizione può risultare sorprendente per chi ha seguito il batterista e compositore a capo di sue innovative formazioni e in partnership con Vijay Iyer, Steve Lehman, John Zorn, Steve Coleman e molti altri.

Anche se ha voluto documentare il pieno apprezzamento per la tradizione, Sorey non ha certo prodotto un album scontato o minore. A differenza dei suoi lavori con Cory Smithe e Chris Tordini (Alloy, Verisimilitude) o in formazioni più ampie, Sorey ha voluto privilegiare la piena spontaneità rispetto alle rigorose composizioni del passato.

Ha coinvolto due nuovi partner e inciso i brani di getto, con solo un paio d'ore di prove. Assieme al pianista Aaron Diehl (già con Cecile McLorin Salvant, Warren Wolf ecc...) e al bassista Matt Brewer, ( già con Gonzalo Rubalcaba, e Steve Lehman), la musica decolla in un percorso particolarmente equilibrato tra ricerca di nuove soluzioni ritmiche e armoniche e fedeltà per i modelli della tradizione.

La scelta del repertorio è di per sé indicativa di scelte non scontate: accanto a standard più o meno noti come "Detour Ahead," "Enchantment," "Autumn Leaves" e "REM Blues" abbiamo "From Time To Time" di Paul Motian e "Two Over One" di Muhal Richard Abrams, in interpretazioni rispettose e innovative.

Sviluppi particolarmente fantasiosi avvengono in "Detour Ahead," tema fortemente associato al grande trio di Bill Evans. È il brano più lungo dell'album e si dipana per 15 minuti con poetica leggerezza e un tumultuoso interplay nella parte centrale. Il trattamento astratto di "From Time To Time" lo rende quasi irriconoscibile ma siamo certi che Motian lo avrebbe apprezzato.

Sul versante più "tradizionale" delle interpretazioni spiccano "Two Over One" ed "Enchantment." L'intricata versione che Muhal Abrams presentò in Sightsong viene riletta come ballad, in un bel contrasto tra la dolcezza del pianoforte e il drumming nervoso e interattivo. Un trattamento analogo ha il tema di Horace Silver con Sorey ancor più incalzante e fantasioso.

Concludiamo sottolineando il fresco respiro interno di questo nuovo trio, che conferma la profondità espressiva di Aaron Diehl e Matt Brewer nei rispettivi strumenti.

Album della settimana.

Track Listing

Enchantment; Detour Ahead; Autumn Leaves; From Time To Time; Two Over One; Rem Blues.

Personnel

Tyshawn Sorey: drums; Aaron Diehl: piano; Matt Brewer: bass.

Album information

Title: Mesmerism | Year Released: 2022 | Record Label: Yeros7 Music

Post a comment about this album

Tags

More

Live At Mobydick Records
The Michael Lauren Trio
Dream Dancing
Naama Gheber
Brooklyn Calling
Stan Killian

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.