Home » Articoli » Ned Rothenberg, Mark Feldman, Sylvie Courvoisier: In Cahoots

Album Review

Ned Rothenberg, Mark Feldman, Sylvie Courvoisier: In Cahoots

By

Sign in to view read count
Ned Rothenberg, Mark Feldman, Sylvie Courvoisier: In Cahoots
Inciso in studio a Brooklyn nel giugno 2014, questo ragguardevole album fa registrare di fatto l'inserimento di Ned Rothenberg e dei suoi fiati nel rodatissimo duo (anche nel privato, visto che i due sono marito e moglie) formato da Mark Feldman e Sylvie Courvoisier. I risultati, come accennato, sono del tutto degni di nota.

Si decolla col puntillistico, nervoso "Light and Variable Sins," in cui Rothenberg imbraccia il sax alto, passando al clarinetto basso in "Epic Proportions," che parte su temperature analoghe per poi degradare progressivamente. Squadernando il suo intero armamentario strumentale, Rothenberg si fa quindi ascoltare una prima volta allo shakuhachi, il ben noto flauto di tradizione giapponese di cui è uno dei massimi cultori in ambito jazzistico (un altro era il compianto Charlie Mariano), in "Shudder to Think," di umore vagamente contrappuntistico, per dedicarsi infine al clarinetto in "For a Minute," con cui di fatto si chiude la prima parte del disco, in cui i ruoli di violino e pianoforte non sono meno incidenti di quello dei vari fiati.

Ancora clarinettistico (e puntillistico), il brano che intitola l'album rimane forse un gradino sotto il resto, soprattutto in considerazione della maggior durata (quasi tredici minuti), che genera qualche lieve dispersività, tenendo conto che stiamo pur parlando di musica totalmente improvvisata. Segue l'altosassofonistico "Inter-state," veemente in avvio e poi incamminato verso una graduale pacificazione, laddove "Primary" recupera il clarinetto e un aplomb sostanzialmente cameristico.

A conferma che tempi più circoscritti favoriscono una miglior messa a fuoco della proposta, in questi contesti (le eccezioni sono ovviamente sempre in agguato), anche "Dark Shimmers," come già "In Cahoots," si rivela un po' strascicato, elusivo, pur crescendo nel finale secondo un procedimento che si allarga al conclusivo "Whistling in the Dark," che però proprio in forza di una durata più che dimezzata, nonché del ritorno dello shakuhachi (con tutte le suggestioni del caso), sfoggia un appeal decisamente maggiore.

In buona sostanza, ci troviamo di fronte a un disco degnissimo, per certi versi paradigmatico (anche nei suoi piccoli cali di tensione, certo) di come occorre procedere per instaurare un dialogo congruo pur partendo da quelle autentiche sabbie mobili che possono talora rivelarsi le impro sessions. Qui la struttura c'è e i risultati si vedono.

Track Listing

Light and Variable Sins; Epic Proportions; Shudder to Think; For A Minute, It Was Almost Like Opera; In Cahoots; Inter-state; Primary; Dark Shimmers; Whistling in the Dark.

Personnel

Ned Rothenberg: clarinetto, clarinetto basso, sax alto, shakuhachi; Mark Feldman: violino; Sylvie Courvoisier: pianoforte.

Album information

Title: In Cahoots | Year Released: 2017 | Record Label: Clean Feed Records


FOR THE LOVE OF JAZZ
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a champion of jazz since 1995, supporting it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

WE NEED YOUR HELP
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to rigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Post a comment about this album

Tags

More

Xaybu: The Unseen
Steve Lehman & Sélébéyone
Secret People
Secret People
If I Knew Then
Naama Gheber

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and includes upcoming jazz events near you.