2

Hermon Mehari: gli album che sto ascoltando

Courtesy Joseph Bologne

Vincenzo Roggero BY

Sign in to view read count
1. Logan Richardson, Afrofuturism, (Whirlwind Recordings, 2021).

Forse il musicista che mi ha ispirato di più ha da poco pubblicato un disco eclettico. Mi piace il fatto che non abbia paura di abbracciare i suoni moderni e si senta libero di esprimersi come vuole.

2. Charles Mingus, Mingus Ah Um, (Columbia Records, 1959).

Lo stavo riascoltando di recente perché ho suonato un concerto con questo repertorio. Ogni brano è un classico, ogni melodia vive per sempre.

3. Peter Schlamb, Electric Tinks, (Independent, 2018).

Secondo me Peter è il miglior vibrafonista del mondo. Questo è il suo secondo album e ti fa venire voglia di ascoltarlo continuamente.

4. Ambrose Akinmusire, On the Tender Spot of Every Calloused Moment, (Blue Note, 2020).

Ambrose è il trombettista vivente che mi ha influenzato di più e sento che il suo ultimo disco rappresenti un'estensione della direzione che aveva intrapreso con i suoi dischi precedenti.

5. Midichlorians, Greatest Hits, (ReMida Production, 2020).

Questi musicisti jazz di Roma hanno messo insieme un incredibile album hip—hop. È chiaro che capiscono e amano l'hip-hop, la produzione è moderna e introduce aspetti del jazz in modi molto astuti.

6. Erroll Garner, The Complete Savoy Master Takes, (Savoy, 1998).

Potrei ascoltare qualsiasi album di Errol Garner senza sosta. Il suo ritmo e il suo swing sono contagiosi.

7. Pat Metheny, Offramp, (ECM,1982).

Quando ascolto Pat Metheny, vado con il pensiero nel Midwest, dove sono cresciuto. Ascolto spesso questo disco e in particolare i classici "James" e "Are You Going with Me?"

8. Alessandro Lanzoni, Unplanned Ways, (CAM Jazz, 2019).

È sempre bello sentire la creatività di Alessandro al pianoforte, ma in questo contesto, con una sezione ritmica così grande, e suonando anche standards, è davvero una cosa speciale.

9. Herbie Hancock, Speak Like a Child, (Blue Note, 1968).

Sono tornato su questo album di recente, specialmente per la versione in trio di di "Sorcerer." Mi piace molto il modo in cui Ron Carter e Herbie la interpretano.

10. Cecile McLorin Salvant, The Window, (Mack Avenue, 2018).

Che posso dire? Cécile è stupenda. Aggiungi Sullivan Fortner al piano ed è un sogno che diventa realtà.

Post a comment

Tags

Shop Amazon

More

Jazz article: The Ultimate Peggy Lee
Jazz article: Michael League
My Playlist
Michael League
Jazz article: Jeroen Kimman
My Playlist
Jeroen Kimman
Jazz article: Otis Sandsjö
My Playlist
Otis Sandsjö
Jazz article: Nick Millevoi
My Playlist
Nick Millevoi
Jazz article: Mick Rossi
My Playlist
Mick Rossi
Jazz article: Mats Gustafsson
My Playlist
Mats Gustafsson
Jazz article: Krystle Warren
My Playlist
Krystle Warren

Popular

Read Wayne Shorter: An Essential Top Ten Albums
Read John Clayton: Career Reflections
Read Mark Murphy: An Essential Top Ten Albums
Read Fire Music: The Story of Free Jazz
Read Immanuel Wilkins: Omega is Just the Beginning

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.