Home » Articoli » Album Review » Harold Rubin, Barre Phillips, Tatsuya Nakatani: 3 on a Thin Line

Harold Rubin, Barre Phillips, Tatsuya Nakatani: 3 on a Thin Line

By

Sign in to view read count
Harold Rubin, Barre Phillips, Tatsuya Nakatani: 3 on a Thin Line
Obiettivo e prerogativa dell'improvvisazione assoluta sono quelli di saper costruire un flusso narrativo dal senso compiuto, concatenato e denso di qualità melodiche, dinamiche e timbriche, senza poter contare su temi noti e condivisi. Non che manchi l'esigenza di ricercare e trovare spunti melodici, anzi sono proprio la qualità e la spontanea naturalezza di queste invenzioni melodiche a conferire autenticità e consistenza al dialogo collettivo, che però in primo luogo fa affidamento su un'istantanea sintonia percettiva ed emotiva nella prefigurazione di comuni trame dinamiche e ritmiche.
È insomma l'interpretazione personale ed estemporanea di un patrimonio comune, non del tutto inedito ma esteso e ricco di potenzialità combinatorie, che, in un rapporto di stretto interplay, porta a concepire un percorso coerente, un flusso movimentato; è l'ascolto reciproco che conduce a compartecipate assonanze, a soluzioni organiche e leggibili, in grado di comunicare emozioni anche all'ascoltatore.

Tutto questo risulta evidente in 3 On a Thin Line, registrato a Tel Aviv nell'aprile 2009 da tre improvvisatori diversi per età, formazione e provenienza geografico-culturale. Il più anziano è il clarinettista Harold Rubin, nato nel 1932 a Johannesburg e trasferitosi in Israele nel 1963: attivo anche come artista visivo controverso e provocatorio, egli è fra l'altro l'autore della grafica della copertina. Del 1934 è invece lo statunitense Barre Phillips, il più noto dei tre, mentre il percussionista, ben più giovane essendo nato ad Osaka nel 1970, si è stabilito dal 1994 negli States, dove negli ultimi vent'anni ha collaborato con varie formazioni.

Nel primo dei sei lunghi brani in cui è stata suddivisa la performance sembra essere la pronuncia decisa e guizzante del clarinetto a guidare i compagni, ma poi anche contrabbasso e percussioni si inseriscono con autorevolezza e grande efficacia. Si assiste così a una messa in scena sonora di materica consistenza, che alterna impennate stizzose e ripiegamenti meditativi, ostinate reiterazioni e leggerezze evocative, austerità e latente autoironia. Momenti di graduale passaggio o cambi repentini di direzione animano la costruzione del tutto, fino ad includere tante conclusioni possibili del dialogo, optando a volte per risoluzioni finali dei brani un po' sbrigative.

Track Listing

Genesis; Zeta; Zariba; Zetetic; Zodiac; Epilogue.

Personnel

Harold Rubin: clarinetto; Barre Phillips: contrabbasso; Tatsuya Nakatani: percussioni.

Album information

Title: 3 on a Thin Line | Year Released: 2015 | Record Label: Hopscotch Records

Comments


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Tags

More

Dances Of Freedom
Samo Salamon
Elegy for Thelonious
Frank Carlberg Large Ensemble
Light Streams
John Donegan - The Irish Sextet

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.