All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

Dear All About Jazz Readers,

If you're familiar with All About Jazz, you know that we've dedicated over two decades to supporting jazz as an art form, and more importantly, the creative musicians who make it. Our enduring commitment has made All About Jazz one of the most culturally important websites of its kind in the world reaching hundreds of thousands of readers every month. However, to expand our offerings and develop new means to foster jazz discovery we need your help.

You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky Google ads PLUS deliver exclusive content and provide access to future articles for a full year! This combination will not only improve your AAJ experience, it will allow us to continue to rigorously build on the great work we first started in 1995. Read on to view our project ideas...

0

Makaya McCraven: Universal Beings

Vincenzo Roggero By

Sign in to view read count
Figlio d'arte—il padre Stephen è stato batterista di Sam Rivers e Archie Shepp, la madre Agnes Zsigmondi è una cantante folk ungherese—Makaya McCraven, nato a Parigi ma cresciuto a Chicago, della Wind City è diventato in breve tempo uno dei musicisti più richiesti. Con la pubblicazione nel 2015 del suo secondo album In the Moment e con i successivi Highly Rare e Where We Come From, tutti per International Anthem, McCraven è andato proponendosi come figura di riferimento delle nuove tendenze, attraverso una visione musicale che si materializza in una irresistibile miscela di jazz, hip hop, rock, esplorazioni ritmiche ed in un creativo lavoro di produzione, di post produzione, di remix e di editing.

Sempre per International Anthem arriva ora Universal Beings pubblicato sia in versione doppio long playing a tiratura limitata che in doppio CD. Le registrazioni provengono da quattro sessioni differenti racchiuse in un arco temporale che va dall'agosto 2017 al gennaio 2018—precisamente New York per i brani dall'uno al sei, Chicago dal sette all'undici, Londra dal dodici al sedici, Los Angeles dal diciassette al ventidue—con quattro formazioni differenti che coinvolgono alcuni amici di vecchia data e nuovi collaboratori.

La prima session presenta musica perlopiù ipnotica, a tratti meditativa, soggetta a qualche accelerazione, nella quale la prevalenza nel quintetto degli strumenti a corda, in particolare l'arpa di Brandee Younger, conferisce un'allure cameristica. Il vibrafono aggiunge momenti di cristallina purezza abbinata ad una certa dose di swing e la batteria del leader frantuma il ritmo con insospettabile delicatezza. Le tracce provenienti dalla seduta di Chicago acquistano vigore grazie al sax di Shabaka Hutchings, camaleontico interprete che trova nel violoncello di Tomeka Reid un interlocutore ideale, tra soffi sussurri e grida, nella lunga cavalcata di ”Atlantic Black” come nella sospesa ”Wise Man Wiser Woman”, o nell'infuocata ”Prosperity's Fear”.

A Londra vi è ancora un sassofono di riferimento della emergente scena locale, il tenore di Nubya Garcia, ma è soprattutto il Fender Rhodes di Ashley Henry a determinare il mood della registrazione, sofisticata, molto vicina a tessiture ambient, dalla pulsazione implacabile, con pulizia e chiarezza di suono a farla da padrone.

Il sestetto di Los Angeles è la formazione più avventurosa con i depistaggi operati dalla chitarra di Jeff Parker e dal violino di Miguel Atwood-Ferguson, minimali certo, quasi impercettibili, ma decisivi nello scombinare prospettive e apparenti staticità.

Su tutto l'incredibile beat di Makaya, dispensatore di vere e proprie alchimie che non solo fungono da collante tra le diverse sessions ma ne costituiscono la struttura portante.

Ambizioso, a suo modo visionario, impeccabilmente registrato e prodotto Universal Beings si candida di prepotenza tra le migliori uscite dell'anno.

Album della settimana.

Track Listing: A Queen's Intro; Holy Lands; Young Genius; Black Lion; Tall Tales; Mantra; Pharaoh's Intro; Atlantic Black; Inner Flight; Wise Man, Wiser Woman; Prosperity's Fear; Flipped OUT; Voila; Suite Haus; The Newbies Lift Off; The Royal Outro; The Count Off; Butterss's; Turtle Tricks; The Fifth Monk; Brighter Days Beginning; Universal Beings.

Personnel: Makaya McCraven: drums. Tracks 1-6: Brandee Younger: harp; Joel Ross: vibes; Tomeka Reid: cello; Dezron Douglas: bass. Tracks 7-11: Shabaka Hutchings; tenor saxophone; Tomeka Reid: cello; Junius Paul: bass. Tracks 12-16: Nubya Garcia: tenor saxophone; Ashley Henry: Fender Rhodes; Daniel Casimir: bass. Tracks 17-22: Josh Johnson: alto saxophone; Miguel Atwood-Ferguson: violin; Jeff Parker: guitar; Anna Butterss: bass; Carlos Niño: percussions.

Title: Universal Beings | Year Released: 2018 | Record Label: International Anthem Recording Company

Tags

Watch

comments powered by Disqus

Album Reviews
Radio
Album Reviews
Read more articles
Where We Come From (Chicago X London)

Where We Come From...

International Anthem Recording Company
2018

buy
Universal Beings

Universal Beings

International Anthem Recording Company
2018

buy
In the Moment

In the Moment

International Anthem Recording Company
2015

buy
Split Decision

Split Decision

Chicago Sessions
2012

buy

Shop

Start your shopping here and you'll support All About Jazz in the process. Learn how.

Related Articles

Read Duologue Album Reviews
Duologue
By Dan Bilawsky
January 17, 2019
Read Showing Up Album Reviews
Showing Up
By Nicholas F. Mondello
January 17, 2019
Read Chez Hélène Album Reviews
Chez Hélène
By Glenn Astarita
January 17, 2019
Read Original Demos Album Reviews
Original Demos
By Chris M. Slawecki
January 17, 2019
Read Fred Hersch Trio '97 @ The Village Vanguard Album Reviews
Fred Hersch Trio '97 @ The Village Vanguard
By Mark Sullivan
January 16, 2019
Read SJZ Collective Reimagines Monk Album Reviews
SJZ Collective Reimagines Monk
By Doug Collette
January 16, 2019
Read Swingin' In Seattle, Live At The Penthouse 1966-1967 Album Reviews
Swingin' In Seattle, Live At The Penthouse 1966-1967
By Mike Jurkovic
January 16, 2019

Warning: Creating default object from empty value in /home/websites/allaboutjazz.com/www/html/content/chunks/overlay/aaj-sitemap.php on line 5