Home » Articoli » Reverso: The Melodic Line

Album Review

Reverso: The Melodic Line

By

Sign in to view read count
Reverso: The Melodic Line
Un trombonista americano (collaboratore, fra gli altri, di David Bowie, Maria Schneider e Wynton Marsalis), un pianista tedesco e un violoncellista francese: i primi due si dividono a titolo esclusivo la paternità dei brani (quattro il primo, cinque il secondo), però, singolarmente, tre titoli sono in francese. Un omaggio all'ospite (sì, perché all'epoca di questa incisione—aprile 2019—l'accoppiata Keberle/Woeste macinava musica insieme già da una buona quindicina d'anni)? Potrebbe anche essere. Resta peraltro il fatto che il legame almeno di Frank Woeste con la Francia (Parigi in particolare, dove ha studiato e si è diplomato) sia piuttosto solido.

E comunque qui l'agire è eminentemente collettivo, nel segno di un incedere neanche poi così spiccatamente cameristico come l'organico potrebbe lasciar supporre. Non a senso unico, almeno (si ascolti anche solo "Absinthe," proprio di Woeste). Il dialogo è piuttosto serrato, non senza momenti in cui prevalga questa o quella individualità, ma sempre nel rispetto di un equilibrio—appunto—corale da cui evidentemente non s'intende derogare.

Gradevolezza e ricerca, sempre molto educata, sono i tratti distintivi del lavoro, elegante e coeso, con un aplomb che per più versi verrebbe da definire classico.

Tre quarti d'ora abbondanti di musica di buonissimo livello.

Track Listing

Blue Feather; Exemplar; Up North; Montparnasse; Absinthe; Sisters of Mine; L'Arlequin lunaire; Major Jack; Clara.

Personnel

Ryan Keberle: trombone; Frank Woeste: piano; Vincent Courtois: cello.

Album information

Title: The Melodic Line | Year Released: 2020 | Record Label: OutNote Records

Post a comment about this album

Tags

More

Blue Haven
Atlanticus
Origin
Joey Alexander
Shifting Sands
Avishai Cohen

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.