All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

James Brandon Lewis: Radiant Imprints

BY

Sign in to view read count
James Brandon Lewis: Radiant Imprints
Da quando è ritornato sulla scena musicale nel 2014 con Divine Travels -dopo l'esordio piuttosto convenzionale di Moments nel 2010 -facendo capire di non essere il solito fenomeno del sax tenore destinato a ballare il tempo di un estate, James Brandon Lewis non ha più sbagliato un colpo, sia sul versante discografico che nelle numerose esibizioni dal vivo. E se fino ad ora il format utilizzato si identificava con il canonico trio -ad eccezione dell'album di debutto in quintetto -con Radiant Imprints si presenta in duo e nel contempo si accosta alla iconica e ingombrante figura di John Coltrane.

Chad Taylor l'arte del duo la conosce bene, eccome, (Chicago Underground basta e avanza) questo porta la comunicazione e l'interazione tra i due a livelli altissimi. Cavalcate dionisiache e furori interpretativi -come il riferimento a Interstellar Space con Rashied Ali avrebbe potuto far supporre -sono banditi nelle tracce presenti in Radiant Imprints. Il duo privilegia piuttosto l'intensità interpretativa coniugata ad un'esecuzione fluida e rilassata.

Si scava in profondità, si colgono e si espandono frammenti di pensiero, si fluttua in una dimensione dove spiritualità, sanguigne pulsazioni e metafisica linearità trovano un magico punto d'incontro. In «With Sorrow Lonnie» e «First Born», Taylor suona la mbira sollecitando al meglio il lato gentile, soulful di Lewis (ah, quel richiamo a «Lonnie's Lament» è da brividi). Nei brani rimanenti i suoi piatti e i suoi tamburi interagiscono in modo magistrale con le intense evoluzioni del sax in un gioco delle parti che si trasforma in canto libero e unitario.

Radiant Imprints diventa così momento di riflessione sulla propria arte, rivendicazione della centralità afroamericana nella musica improvvisata, manifestazione di rigore stilistico mai asettico ma pregno di umori e di palpitante vitalità. Insomma, un piccolo classico.

CD della settimana

Track Listing

Twenty Four; Loved One; With Sorrow Lonnie; Imprints; First Born; Radiance; Improve I.

Personnel

James Brandon Lewis: tenor saxophone; Chad Taylor: drums, mbira.

Album information

Title: Radiant Imprints | Year Released: 2018 | Record Label: Off Record Label

Post a comment about this album

Video

Tags

Shop Amazon

More

Natten
Bremer/McCoy
Dancing Shadows
Tyler Mitchell
A Soft Day's Night
Bridge Of Flowers
Dedications
The Larry Douglas Alltet
Soul In Plain Sight
Angelika Niescier & Alexander Hawkins
What You Seek Is Seeking You
Nick Mazzarella / Ingebrigt Håker Flaten /...
All In
The Shuffle Demons

Popular

12 Stars
Melissa Aldana
The 7th Hand
Immanuel Wilkins
2 Blues For Cecil
Andrew Cyrille, William Parker & Enrico Rava

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.