Home » Articoli » Mats-Up: Psalmen von Said

Album Review

Mats-Up: Psalmen von Said

By

Sign in to view read count
Mats-Up: Psalmen von Said
Il trombettista e compositore svizzero Matthias Spillmann meriterebbe più attenzione. Probabilmente se a produrre o a sostenere i suoi progetti musicali ci fosse una multinazionale o una label con una distribuzione importante i suoi CD sarebbero ben ordinati negli scaffali di opinionisti e di raffinati cultori del jazz europeo. In tal caso non mancherebbe di certo questo piccolo gioiello che porta la firma dei Mats-Up, band acustica fondata da Spillmann nel 1999 che con Psalmen von Said taglia il traguardo del sesto disco in quasi quindici anni. Un progetto che sin dal suo debutto prova a ibridare new jazz e musica da camera, avvalendosi del lirismo malinconico del leader, che si alterna alla tromba e al flicorno, e che in Psalmen von Said accompagna il talentuoso Tobias Christi, cantante dalla voce angelica e, a volte, disperata, che qui si cimenta con i testi del poeta e scrittore iraniano Said.

Christi canta in tedesco ed è anche voce narrante e tutto rimane sempre in perfetto equilibrio, sospeso in un'austera e severa atmosfera, senza mai scadere in involuzioni di carattere melodrammatico o di stampo finto operistico. Il lucido e cristallino lavoro al piano del bravo Marc Méan e il romanticismo distribuito a piene mani dai fiati di Spillmann e di Reto Suhner, qui al sax e al flauto alto, contribuiscono a creare varchi di una profondità abissale nei meandri di una scrittura piena di inventiva e mai scontata. Due buoni esempi sono la dirompente e accesa "Ich singe kein lob" o la scattante e stranamente briosa "Zwei Tauben".

Che dire, un piccolo capolavoro. Che piacerà soprattutto a chi già apprezza il jazz cameristico di un altro europeo, anche lui trombettista e compositore. Parliamo del grandissimo Michael Mantler, soprattutto con riferimento a lavori sublimi ormai entrati nell'empireo delle musiche contemporanee come The Hapless Child o Many Have No Speech.

Track Listing

1. Ruhme mich (1:34); 2. Stimme mir zu (5:08); 3. Schenke mir neue fuBe (0:50); 4. Lass und das gesprach wieder aufnehmen (1:44); 5. Vertreibe den tod (2:44); 6. Breite deine arme aus (3:33); 7. Ich singe kein lob (5:16); 8. Entzweie dich (4:49); 9. Reisse sie nieder (4:17); 10. Zogere (1:31); 11. Zwei tauben (4:18); 12. Eile (1:08); 13. Achte auf dein wort (4:57); 14. Ich gehe zu einem baum (6:11). Musiche: Matthias Spillmann. Testi: Said.

Personnel

Tobias Christi (canto), Matthias Spillmann (tromba, flicorno), Reto Suhner (sax alto, clarinetto alto, flauto alto), Marc Méan (piano), Raffaele Bossard (basso), Dominic Egli (batteria).

Album information

Title: Psalmen von Said | Year Released: 2013 | Record Label: Unit Records


FOR THE LOVE OF JAZZ
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

WE NEED YOUR HELP
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Post a comment about this album

Tags

More

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and includes upcoming jazz events near you.