1

Manca Kettmeier: Locanda Almayer

AAJ Italy Staff BY

Sign in to view read count
Manca Kettmeier: Locanda Almayer
Dopo l'esordio per la Splasc(H), il chitarrista Pierpaolo Manca continua la collaborazione con il contrabbassista Claudio Kettmeier approdando per la sua nuova incisione alla etichetta Zitto Music. Un paio di musicisti di alto valore tecnico strumentale danno all'album la spinta in più per distinguersi nell'affollata produzione nazionale. Saverio Tasca al vibrafono dà il qualcosa di speciale all'album, specie in un paio di brani, come "To Have Known", "Dreams", "Blue", in cui a momenti ricorda da vicino Bobby Hutcherson.

Il titolo si ispira ad un romanzo del 1993 di Alessandro Baricco: Oceano Mare, luogo in cui il mare fa da confine alle vicende dei protagonisti, impossibilitati a fuggire e costretti a confrontare le proprie vicende. È così che fanno pure i cinque partecipanti al progetto, ora spinti su un jazz di marca modale di stampo moderno, ora invece tranquilli e rilassati a raccontarsi storie dalle trame più consuete, in dialoghi dalle pronunce parlate dalla maggioranza. Fiorenzo Zeni si lascia andare a cascate di note fin dal "Blue" di apertura, sempre pronto a partire in assoli che sembrano spinti da un'energia che lo manda in un'orbita tangenziale al resto, ma pronto anche a rientrare negli schemi quando è il caso.

Non mancano i momenti più rilassati e calligrafici - ad esempio in "Silk" - che permettono che il dialogo si svolga su un livello più terrestre, più consueto, sotto la sapiente regia dei due leader, che non mollano mai le redini impedendo la fuga, come nel romanzo, degli attori. E tuttavia le composizioni come luogo all'interno di cui si svolge la trama sembrano dare l'ispirazione giusta, la familiarità che permette di esprimersi al meglio. "Mr. Bartleboom" è un tema dalle obliquità di stampo americano, da cui spuntano fuori gli assoli di Fiorenzo Zeni e del leader, più convenzionale, ma anche con una sua dimensione speciale proprio perchè all'interno di un contesto moderno.

In questa altalenanza di situazioni si sviluppa un disco che ci rivela delle sorprese, dalla ballad di "Locanda Almayer" a modernità più aggressive senza che si perda il filo di un discorso che vuole conciliare tutti all'interno di un posto da cui è impossibile fuggire senza avere snocciolato la propria storia.

Un riuscito omaggio al libro di Baricco rappresentata da una scorribanda fra personaggi virtuali che ben si rispecchiano nei temi scritti dai due leader.

Track Listing

01. Blue (Claudio Kettmeier) - 5:22; 02. Silk (Pierpaolo Manca) - 7:38; 03. Mr. Bartleboom (Pierpaolo Manca) - 6:49; 04. Locanda Almayer (Pierpaolo Manca) - 7:37; 05. If Ever... (Pierpaolo Manca) - 7:45; 06. To Have Known (Claudio Kettmeier) - 4:47; 07. Paths (Pierpaolo Manca) - 6:02; 08. Dreams (Pierpaolo Manca) - 5:15

Personnel

Pierpaolo Manca (chitarra); Claudio Kettmeier (contrabbasso); Saverio Tasca (vibrafono); Fiorenzo Zeni (sax tenore & soprano); Stefano Bertoli (batteria).

Album information

Title: Locanda Almayer | Year Released: 2007 | Record Label: PAZZ Productions, LLC

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

Happy Ever After
Fourth Function featuring The Phil Ware Trio
Ancient Africa
Nat Birchall
Lorraine's Lullabye
Anthony Wonsey
Bon Bon Paris
Oak Birches & Klaipėda Jazz Orchestra
A Love Sonnet For Billie Holiday
Wadada Leo Smith, Vijay Iyer & Jack DeJohnette
Fetish
Dave Zinno
On A Mountain
Shannon Gunn
In Between
Erik Palmberg

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.