Home » Articoli » Lorenzo Feliciati: Koi

2
Album Review

Lorenzo Feliciati: Koi

By

Sign in to view read count
Lorenzo Feliciati: Koi
Lorenzo Feliciati colpisce ancora. L'ormai noto bassista, compositore e produttore cresciuto a Led Zeppelin e Jaco Pastorius arriva alla sua sesta prova discografica, dopo i due album con i Naked Truth (in compagnia di Pat Mastelotto e Roy Powell), il lavoro da solista Frequent Flyer, Beserk! insieme a Lorenzo Esposito Fornaciari e il convincente Twinscapes in combinazione con Colin Edwin.

Qui Feliciati sperimenta una nuova tipologia di comunicazione musicale, quella del concept album. Koi narra infatti la vita in 12 movimenti della carpa asiatica che in Oriente è simbolo di eleganza, perseveranza e resistenza. Accompagnano Feliciati in questa nuova avventura un gruppo di musicisti capitanato dal talentuoso batterista storico dei Japan Steve Jansen e comprendente il pianista romano Alessandro Gwis, il trombettista Angelo Olivieri, l'ex Naked Truth Pat Mastelotto più una sezione fiati formata da Pierluigi Bastioli e Duilio Ingrosso, diretta dal trombonista Stan Adams.

Il basso elastico e ipnotico di Feliciati è onnipresente in tutti 12 brani della "storia" ed è la stella polare di un suite dinamica e ombrosa dove per fortuna non è (solo) la musica ambient a far da padrona. Grazie alla presenza di numerosi solisti, da Gwis al sassofonista Nicola Alesini (ottimo il suo solo in "Noir Valley Verdigris") lo scenario è in continuo movimento e l'ascoltatore viene di volta in volta catturato in mondi ibridi dove convivono progressioni jazz, siparietti prog e intermezzi elettroacustici. Ovviamente, come del resto in quasi tutti i lavori di Feliciati, non mancano qua e là suggestioni/ossessioni di matrice crimsoniana come, ad esempio, nel brano introduttivo alla suite, "Kohaku."

Certamente uno dei lavori più convincenti del bassista, anche dal punto di vista dell'impegno compositivo e del lavoro di narrazione musicale. Ma forse, visto le forze in campo, si poteva osare qualcosa di più.

Track Listing

Kohaku; New House; Kumonryu; Oxbow; Black Kumonryu; Noir Alley Verdigris; Ogon; Narada; Margata; Kuchibeni; Fish Bowl; Koi.

Personnel

Lorenzo Feliciati: basso, chitarra, tastiere, sound design; Alessandro Gwiss: piano; Steve Jansen: batteria, percussioni, programming; Stan Adams: trombone tenore; Pierluigi Bastioli: trombone basso; Duilio Ingrosso: sax (baritono). Ospiti: Pat Mastelotto: batteria; Angelo Olivieri: tromba; Nicola Alesini: sax soprano.

Album information

Title: Koi | Year Released: 2015 | Record Label: RareNoiseRecords


FOR THE LOVE OF JAZZ
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

WE NEED YOUR HELP
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Post a comment about this album

Tags

More

Ready Now
Jimmy Hall
Plays Monk & Ellington
Spike Wilner Trio
You Hit The Spot
Tracye Eileen

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and includes upcoming jazz events near you.