All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

1

Roscoe Mitchell with Ostravska Banda: Distant Radio Transmission

Alberto Bazzurro By

Sign in to view read count
Roscoe Mitchell with Ostravska Banda: Distant Radio Transmission
Decisamente prolifico, in anni recenti, Roscoe Mitchell, e non ce ne rallegreremo mai abbastanza. Certo, con lui c'è sempre il rischio del prodotto non perfettamente a fuoco, centrato, in poche parole all'altezza del suo grande talento (e ormai, varcata la soglia degli ottanta, acclarato magistero, e da un po'), ma per fortuna non è questo il caso: in questo lavoro con la Ostravska Banda così felicemente articolato è in qualche modo raccolto, quintessenziato, il succo del suo sapere (e ardire) musicale, direttamente a contatto con un universo che non possiamo che definire a tutti gli effetti contemporaneo.

L'ampio pezzo orchestrale (oltre venti minuti) vede il musicista chicagoano, nell'occasione anche solista di sopranino (nella foto di copertina, in verità, è al soprano), con quel suo tipico deambulare sghembo, apparentemente incerto, indeciso, sempre sull'orlo del precipizio, condividere la paternità compositiva con Craig Taborn e Kikanju Baku. C'è un'iniziale fase elettronica (James Fei), pieni orchestrali (e non), interludi vocali (Thomas Buckner), incisivi momenti solistici, in un equilibrio che trae spunto proprio dall'articolazione, se vogliamo dalla discontinuità.

Magistrale, a seguire, la quasi altrettanto ampia (poco meno di un quarto d'ora) versione per flauto, oboe e pianoforte di quella che è un po' la coperta di Linus del Nostro, "Nonaah" (come non ricordare l'omonimo doppio album del '77?), splendida sotto il profilo timbrico e delle dinamiche, opportunamente spigolosa, netta, nitidissima. Impagabile.

Completano l'opera due episodi di poco più di otto minuti (il secondo in tre sezioni) entrambi a firma del solo Mitchell, nel primo caso, "Cutouts," per quintetto di fiati, altro must mitchelliano (e altro brano magnifico, equilibrato e palpabilissimo sotto ogni profilo), nel secondo, "8.8.88," per piano solo, solido e ispirato, volta a volta squillante, acuminato, irruento, incalzante, o invece assorto, posato, cogitabondo, degno epilogo di un album assolutamente esemplare.

Album della settimana.

Track Listing

Distant Radio Transmission; Nonaah Trio; Cutouts for Woodwind Quintet; 8.8.88 Pt 1; 8.8.88 Pt 2; 8.8.88 Pt 3.

Personnel

Roscoe Mitchell: saxophone, sopranino; Petr Kotik: composer/conductor; Thomas Buckner: voice / vocals; James Fei: saxophone; John C. Savage: flute; Catherine Lee: oboe; Dana Reason: piano; Roberta Michel: flute; Christa Robinson: oboe; Carlos Corddeio: clarinet; Sara Schoenbeck: bassoon; John Gattis: french horn; Seth Horvitz: programming.

Additional Instrumentation

Daniel Havel: flute; Malgorzata Hlawsa: flute; Kamila Motková: oboe; Denisa Bílá: oboe; Lukáš Danhel: clarinet; Carlos Cordeiro: clarinet; Stefanie Liedtke: bassoon; Jan Soukup: bassoon; Monika Cerovská: horn; Jan Garláthy: horn; Andy Kozar: trumpet; William Lang: trombone; Gergely Lukács: tuba; Adam Maros: percussion; Miklos Holló: percussion; Chris Nappi: percussion; Keiko Shichijo: piano; Ivana Dohnalová: harp; Conrad Harris: violin; Pauline Kim Harris: violin; Eszter Krulik: violin; Marco Cano: violin; David Danel: violin; Nikolaus Schlierf: viola; Juraj Madari: viola; Liuh Wen Ting: viola; Andrej Gál: violoncello; Matthias Lorenz: violoncello; Juho Laitinen: violoncello; František Výrostko: contrabass; Juraj Bajús: contrabass.

Album information

Title: Distant Radio Transmission | Year Released: 2020 | Record Label: Wide Hive Records

Post a comment about this album

Watch

Tags

Shop Amazon

More

Shapeshifters
Reuter / Motzer / Grohowski
Tales From The Jacquard
Julian Siegel Jazz Orchestra
Dreamer
Pamai Chirdkiatisak
Music Room 1985
Wayne Krantz

Popular

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded albums and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, limited reopenings and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary step that will help musicians and venues now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the sticky footer ad). Thank you!

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.