Home » Articoli » Bill Evans: Behind The Dikes – The 1969 Netherlands Recordings

Album Review

Bill Evans: Behind The Dikes – The 1969 Netherlands Recordings

By

Sign in to view read count
Bill Evans: Behind The Dikes – The 1969 Netherlands Recordings
Gli inediti di Bill Evans cominciano a tracimare in questi anni. E se qualcuno si chiedesse se valga la pena ascoltare anche questo recente Behind the Dikes (doppio CD che documenta concerti in studio in Olanda nel 1969), risponderei di andare subito alla versione di "'Round Midnight" per dissipare ogni dubbio. Evans trasfigura il classico monkiano, modificandone il carattere delle singole sezioni, e lo fa proprio in una inedita fluidità di esecuzione, offrendo una straordinaria vetrina al basso di Eddie Gomez.

È tutto un mondo espressivo che si concentra in questi sei minuti di pura magia, quel mondo che, nel 1969, anno di rivoluzioni in musica, rimane tetragono di fronte ai cambiamenti, fedele ad una costruzione ideale che forse raggiunge il suo vertice. Il ritorno di Marty Morell alla batteria, dopo la parentesi "sperimentale" di Jack DeJohnette, riporta la musica di Evans ad un perfetto amalgama tra i tre strumenti. Morell sa dosare ogni ingrediente necessario per far galleggiare oppure rotolare le simmetriche armonie pianistiche, lavorando in sottrazione ma innervando di swing al momento opportuno le accelerazioni dei compagni.

Davvero un'emozione ascoltare queste meraviglie specie nel concerto del 26 marzo a Hilversum, contenute nel primo CD e in tre brani del secondo. Il resto del programma documenta un altro "live" in studio, registrato il 28 novembre ad Amsterdam e, sebbene il livello sia assai alto, rimane un po' al di sotto del precedente.

Tra le perle del primo disco, una versione travolgente di "Stella by Starlight," con una sezione in duo basso-batteria; una "Waltz for Debby" più rapida del solito; "Beautiful Love" e " My Funny Valentine" magnetiche, aggressive, con uscite in solo di un Gomez davvero stellare.

In coda al secondo disco, le due esecuzioni con la Metropole Orkest diretta da Dolf Van der Linden (tra cui la "Pavane" di Faurè) sono morbide ma non memorabili.

L'iniziativa editoriale è ancora dell'ottimo Zev Feldman, in coppia con Frank Jochemsen e propone un prezioso packaging, con un libretto ricco di informazioni e interviste a Gomez, Morell e Vijay Iyer, tra le altre.

Album della settimana.

Track Listing


Disc 1:
You’re Gonna Hear From Me; Emily; Stella by Starlight; Turn Out the Stars; Waltz for Debby; ‘Round Midnight; I Let a Song Go Out of My Heart; Alfie; Beautiful Love; My Funny Valentine; Spartacus’ Love Theme.
Disc 2:
One for Helen; Quiet Now; Someday My Prince Will Come; Very Early; A Sleepin’ Bee; Turn Out the Stars; Autumn Leaves; Quiet Now; Nardis; Granadas; Pavane.

Personnel

Bill Evans: piano; Eddie Gomez: bass; Marty Morell: drums.

Additional Instrumentation

With the Metropole Orkest directed by Dolf Van Der Linden (Disc 2: 11, 12).

Album information

Title: Behind The Dikes – The 1969 Netherlands Recordings | Year Released: 2021 | Record Label: Elemental Music

Post a comment about this album

Tags

More

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.