Kenny Barron - Dave Holland Trio feat. Johnathan Blake: Without Deception

Angelo Leonardi BY

Sign in to view read count
Kenny Barron - Dave Holland Trio feat. Johnathan Blake: Without Deception
A distanza di sei anni dal celebrato The Art f Conversation, Kenny Barron e Dave Holland introducono nel loro sodalizio il batterista Johnathan Blake per realizzare un nuovo pregevole lavoro che non ricalca—com'è giusto che sia—quello precedente. In questa modifica di formazione pesa il fantasioso apporto ritmico del batterista ma non è l'unico fattore. In quel disco sei dei dieci brani erano ballad o temi lirici che favorivano un dialogo intimo tra i due maestri, qui prevalgono composizioni ritmicamente spigliate, sia danzanti o latine che d'impronta boppistica.

Rispettivamente di 78 e 75 anni, Kenny Barron e Dave Holland, sono due inossidabili gentlemen che esaltano il valore della tradizione mainstream e interagiscono in modo eccelso mirando all'essenza, con profondità espressiva e ispirazione. Molto più giovane dei partners, Johnathan Blake è uno dei batteristi più completi del panorama contemporaneo, che ha lavorato a lungo con Tom Harrell, con lo stesso Kenny Barron e ancora con Ravi Coltrane e Avishai Cohen. Tornando ai due maestri ricordiamo che il loro primo incontro risale al 1985 in un altro trio (col batterista Daniel Humair per il disco Scratch) e si sono ritrovati solo nel 2012 per un tour europeo in duo che anticipò l'incisione del citato The Art of Conversation.

Il disco si apre con la danzante "Porto Alegre" che ci ricorda l'amore di Barron per la bossa nova e la musica brasiliana in generale. È il primo dei quattro brani del pianista presenti nel disco che ne aggiunge due di Holland, uno a testa di Mulgrew Miller e Sumi Tonooka più due temi poco frequentati di Duke Ellington ("Warm Valley") e Thelonious Monk ("Worry Later"). Strutturalmente il percorso di ogni brano è quello classico del mainstream: esposizione del tema in apertura e chiusura, più assoli e scambi improvvisati dei tre musicisti.

Il piacere dell'ascolto viene dal magistero con cui la musica si snoda: un fluente contrasto tra le preziose armonie pianistiche, il respiro profondo e avvolgente del contrabbasso e le articolate soluzioni ritmiche. Un jazz d'impronta boppistica nel serrato "Speed Trap" e nell'incisivo "Worry Later"; ricco di soluzioni diverse in "Without Deception," "Pass It On" e "Secret Places"; liricamente prezioso nelle ballad "Until Then" e "Warm Valley."

Un disco eccellente, com'era ovvio attendersi.

Track Listing

Porto Alegre; Second Thoughts; Without Deception; Until Then; Speed Trap; Secret Places; Pass It On; Warm Valley; I Remember When; Worry Later; Can Tomorrow Be Brighter (Vinyl only); Mabel (Vinyl Only).

Personnel

Kenny Barron: piano; Dave Holland: bass; Johnathan Blake: drums.

Album information

Title: Without Deception | Year Released: 2020 | Record Label: Dare2 Records

Post a comment about this album

Watch

Tags

Shop Amazon

More

A New Dawn
Marius Neset
Graduation
Il Sogno
Live!
Chick Corea Akoustic Band with John Patitucci &...
Detail - 90
Frode Gjerstad / Kent Carter / John Stevens
Tri-Cycle
Alex Jenkins Trio
Chartreuse
Gaetano Letizia

Popular

Absence
Terence Blanchard featuring The E-Collective
The Garden
Rachel Eckroth
Uma Elmo
Jakob Bro

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.