Musician? Boost Your Visibility at All About Jazz

Upgrade your AAJ musician page from standard to premium and make your presence felt!

Maximize your visibility at All About Jazz by upgrading your musician page from standard to premium. With it, you'll receive All About Jazz home page exposure, a highly stylized / ad-free musician page with bonus features and benefits, an ad, plus you control where you sell your music and so much more.
Learn More
2

William Tatge + Last Call: Borderlands

Stefano Merighi BY

Sign in to view read count
William Tatge + Last Call: Borderlands
Il pianista italo-americano William Tatge concepisce il jazz odierno come un laboratorio aperto, dai tratti cameristici che d'improvviso si impennano in vampate melodico-ritmiche di bella tensione, avventurosa, ma sempre controllata.

Ascoltando questo Borderlands si coglie una cifra autoriale precisa ma nello stesso tempo una disponibilità a mettersi in gioco valorizzando al massimo il reciproco ascolto tra le voci del quartetto. L'incisione cristallina espone nitidamente il talento assoluto di Dan Kinzelman, Francesco Ponticelli e Stefano Tamborrino, perfetti nell'assecondare e nello stimolare le idee del pianoforte di Tatge, felicemente in equilibrio tra un linguaggio moderno storicizzato e uno scavo più personale, anche di derivazione classica.

Il tema di apertura ricorda certe atmosfere di Wayne Shorter, in cui l'ambiguità tra narrazione e fratture ritmiche costituisce il sale della musica. Più esplicito lo swing in "Synopsis," con tema articolato e disteso e ancora dialettica tra razionalità e lirismo, con Tatge dal piglio hancockiano.

Lo sviluppo del CD si rivolge invece a situazioni più indeterminate, con larga libertà dei singoli ad intervenire e modificare in tempo reale i suggerimenti del compositore. "In Balance" è la traccia più suggestiva, con uso di percussioni varie da parte di Tamborrino, strumentista di sensibilità superiore. "Arrival," "Ergo," "Lux" sono altri brani in cui molte cose possono accadere intorno alle idee di base, con un linguaggio di gruppo che evita giustamente il virtuosismo fine a se stesso e si concentra invece sulla serietà del rapporto tra pagina annotata e improvvisazione.

Menzione speciale per "Marche Triomphale," dove Tatge e Tamborrino dialogano con finezza e intuito da improvvisatori di gran qualità.

Track Listing

Borderlands; Synopsis; Arrival; One Revolution; Marche Triomphale; Ergo; In Balance; Lux.

Personnel

William Tatge: piano; Dan Kinzelman: sax (tenore); Francesco Ponticelli: contrabbasso; Stefano Tamborrino: batteria, percussioni.

Album information

Title: Borderlands | Year Released: 2015 | Record Label: Edizioni Parco Della Musica

Post a comment about this album

Watch

Tags

Shop Amazon

More

What to Wear in the Dark
Kate McGarry + Keith Ganz Ensemble
Alexis
Alexis Parsons
Future Memories
Mareike Wiening
Open World
Chad Lefkowitz-Brown and the Global Big Band
Fake Dudes
Magnet Animals
Within Us
Chuck Owen and the Jazz Surge

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.