Home » Articoli » Album Review » Niels Lyhne Løkkegaard: Vesper

Niels Lyhne Løkkegaard: Vesper

By

Sign in to view read count
Niels Lyhne Løkkegaard: Vesper
Dark, introspettiva, impressionista, lirica ecc. Sono alcuni degli aggettivi per descrivere l'architettura sonica di Vesper, melanconica suite elettroacustica in quattro movimenti imbastita da Nick Lyhne Løkkegaard, sassofonista e compositore danese. Per andare subito al dunque, ci troviamo immersi in spazi dilatati con poche note a disegnare melodie di sapore autunnale. A far la parte del leone il vellutato flicorno di Jakob Buchanan, le percussioni minimaliste di Marylin Mazur, la chitarra "atmosferica" di Jakob Bro e il bordone, o meglio l'accompagnamento sinuoso e, a volte, appena percepibile, di quattro clarinetti bassi.

Ascoltando la suite che assorbe oltre la metà dei 59 minuti di durata del CD, si ha la sensazione di essere al cospetto di un'operazione musicale molto sofisticata ma che a palati appena un po' aggiornati sulle ultime evoluzioni del jazz internazionale, soprattutto di matrice europea, non ha da offrire grandi vibrazioni. Tutto è estremamente curato e il soundscape che Løkkegaard e soci riescono a tessere e imbastire è davvero affascinante... ma il pensiero va continuamente ad Harold Budd, a Kenny Wheeler, a John Surman, al jazz da camera stile ECM e via di seguito.

Fatta questa premessa, l'album presenta comunque alcuni spunti degni di nota come, ad esempio, in "Sirius," altra mini suite da profondità oceaniche, dove fanno finalmente capolino i sassofoni di Løkkegaard, rimasti quasi sempre in secondo piano nei brani d'apertura, che dialogano in maniera del tutto eterodossa con la chitarra di Bro, impegnati in un gioco di rimandi alla ricerca di uno scampolo di melodia. E, finalmente, una pausa di quasi serenità in "The Lover," brano ben costruito che fa "respirare" sia le corde dell'affilata chitarra del sempre efficace Bro, sia i polmoni del coraggioso ascoltatore. Per i nostalgici del vinile Vesper è anche disponibile su disco e compone, come si diceva una volta, un bel doppio.

Track Listing

1. Vesper I; 2. Vesper II; 3. Vesper III; 4. Vesper IV; 5. Transition; 6. Sirius I; 7. Sirius II; 8. The Lover; 9. Lux; 10. Algol I; 11. Algol II; 12. Nox. Tutte le musiche sono composte da Niels Lyhne Løkkegaard.

Personnel

Niels Lyhne Løkkegaard (sassofoni); Jakob Buchanan (flicorno); Jakob Bro (chitarra elettrica); Marylin Mazur (percussioni); Ole Visbdy (clarinetti); Tine Vitkov (clarinetti); Birgit Bogh (clarinetti); Mette Alrø Stoktoft (clarinetti).

Album information

Title: Vesper | Year Released: 2012 | Record Label: Marshmellow Records

Comments


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Tags

More

Whisper Not
Paul Kendall
Duo Work
Grdina/Lillinger
Tubes
Sam Newsome
Blue Topaz
Peter Hand

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.