Home » Articoli » Album Review

Ivo Perelman - Matthew Shipp - Michael Bisio: The Gift

By

Sign in to view read count
Ivo Perelman - Matthew Shipp - Michael Bisio: The Gift
Ecco una nuova tessera del mosaico costruito dalla coppia Ivo Perelman - Matthew Shipp, che ha lavorato dapprima con un quartetto completato da basso e batteria, pubblicando The Hour of the Star nel 2011, per tuffarsi poi nelle varianti di trio, cambiando strumenti e personalità coinvolte. The Gift è il terzo disco in trio pubblicato nell'arco di breve tempo dalla Leo Records dopo The Foreign Legion, con Gerald Cleaver alla batteria e il più recente The Clairvoyant, con la batteria affidata invece a Whit Dickey. A questi, per completare un seducente gioco di combinazioni in cui la costante è rappresentata dall'avventuroso tenore di Perelman, si aggiungono Family Ties, del 2011, con Joe Morris al contrabbasso e Cleaver alla batteria, e Living Jelly con lo stesso Cleaver e con Morris alla chitarra.

Nella collaborazione tra il sassofonista e il pianista, The Gift ripropone la formula con il contrabbasso, questa volta affidato a un altro improvvisatore di razza, sebbene non conosciuto come meriterebbe, Michael Bisio. Nelle note di copertina di The Clairvoyant, Shipp sottolineava come la presenza di un contrabbasso orientasse comunque la musica più sul versante del rapporto di un fiato con sezione ritmica. Ma i percorsi prismatici, multidimensionali dell'avventuroso trio con la batteria mantengono forte connotazione anche in questo organico.

Si potrebbero rilevare i modelli originari di questo organico strumentale nel lavoro di Jimmy Giuffre, Paul Bley e Steve Swallow dei primi anni Sessanta, poi ripreso tra gli anni Ottanta e Novanta. Queste tracce compaiono evidenti negli episodi più sospesi, come in "A Flower Bewitched and Too Bright by Far," che si collega a quell'estetica astratta e sospesa, connettendosi nel contempo all'angolazione di Ellington più protesa verso l'imprevisto.

I risultati sono di alto livello, e lievitano specialmente nella parte finale del disco, dal brano sopra ricordato, introdotto dall'asciutto lirismo di Shipp, al sospeso "Without Any Warning," quando il contrabbasso con l'archetto apre ampio spazio alla musica, al conclusivo "Enlistment," splendido solo del sax tenore, dove il grande suono di Perelman evoca e trascina nel proprio campo le ombre di Hawkins, Webster e Rollins.

Visita i siti di Ivo Perelman, Matthew Shipp e Michael Bisio.

Track Listing

01. Too Good to Be True; 02. The Gift; 03. The Gratuitous Act; 04. Refuge; 05. What Is Anguish?; 06. Submission to the Process; 07. A Ride on a Camel; 08. A Flower Bewitched and too Bright by Far; 09. Without any Warning; 10. Enlistment.

Personnel

Ivo Perelman (sax tenore); Matthew Shipp (pianoforte); Michael Bisio (contrabbasso).

Album information

Title: The Gift | Year Released: 2013 | Record Label: Leo Records

Post a comment about this album

Tags

More

Isabela
Oded Tzur
Soundtrack
Jeremy Pelt
Precarious Towers
Johannes Wallmann

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.