All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

Ray Anderson Pocket Brass Band: Sweet Chicago Suite

BY

Sign in to view read count
Ray Anderson Pocket Brass Band: Sweet Chicago Suite
Alla fine tutto è diventato un po' tascabile se ci si pensa! Così, in ordine sparso, dal vinile all'mp3, dalla big-band al piccolo gruppo [una dinamica già ben nota alla fine degli anni Quaranta], dallo studio di registrazione al laptop, e via dicendo... e se ci si pensa bene, anche lo stesso rileggere la tradizione è, comunque lo si faccia, una sorta di liofilizzazione di storie, valori, accenti, linguaggi, significati, da sciogliere poi nella sensibilità condivisa di artista e ascoltatore per dare a essa nuova vita.

Lo sa bene Ray Anderson, fantastico trombonista cui risulta spesso facile far convivere un'anima di sperimentatore con la continua rilettura delle tradizioni che hanno contribuito alla sua formazione artistica, in primis quella di New Orleans. Tra i suoi progetti c'è anche, da ormai diversi anni, una Pocket Brass Band che con solo quattro elementi [qui la tromba di Lew Soloff, la tuba di Matt Perrine e la batteria di Bobby Previte, ma nelle recenti uscite concertistiche dietro i tamburi sedeva Eric McPherson] si diverte a condensare sapori, umori e modalità delle prime brass band.

Il nuovo disco è imperniato su una lunga suite [commissionata nel 2001 da Chamber Music America] dedicata a Chicago, città natale di Anderson e storico "contraltare" nordico di New Orleans: dai ricordi personali della sua giovinezza negli anni Sessanta, Anderson estrae sei movimenti che evocano momenti di danza come aspetti più sperimentali, passando per un descrittivismo che non è mai calligrafico, ma che anzi mira a ricreare l'aroma della città. Completano il disco due nuovi lavori scritti per il quartetto, come sempre felicemente in bilico tra ricerca e funkyness.

Funziona bene questa banda tascabile, grazie alla potenza genuina e instancabile di Perrine, alla scintillante versatilità di Soloff e all'esplosiva batteria di Previte, tutti coordinati con ironia e bravura dallo stesso Anderson. Ci si diverte in modo non banale con la Pocket Brass Band. Una conferma!

Track Listing

01. Chicago Greys; 02. High School; 03. Magnificent Mistifiyo; 04. Going To Maxwell Street; 05. Get To It; 06.Some Day; 07.The Stingray Rag; 08. Next March.

Personnel

Ray Anderson (trombone); Matt Perrine (sousaphone); Lew Soloff (tromba); Bobby Previte (batteria).

Album information

Title: Sweet Chicago Suite | Year Released: 2012 | Record Label: Jazz Mon Char

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

Late Night
Sean Fyfe Quartet
Soul In Plain Sight
Angelika Niescier
Jump
Julieta Eugenio
Two For The Road
Tara Minton & Ed Babar
The Color of Angels
Doug Scarborough
Inimitable
Michael Bisio
The 7th Hand
Immanuel Wilkins

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.