Home » Articoli » Album Review » Matteo Pastorino: Suite for Modigliani

1

Matteo Pastorino: Suite for Modigliani

By

Sign in to view read count
Matteo Pastorino: Suite for Modigliani
Nuovo lavoro del clarinettista sardo di stanza a Parigi Matteo Pastorino (clicca qui per leggere la sua intervista del 2015), con una formazione che sviluppa il quartetto del suo precedente V, sostituendovi solo il contrabbassista, adesso Damien Varaillon, e ospitando in alcune tracce la chitarra di Gilad Hekselman.

Come da titolo, Suite for Modigliani è ispirata «alla vita, al processo creativo e alla ricerca artistica» del grande artista livornese, anch'egli come Pastorino trasferitosi a Parigi e da sempre amato dal clarinettista. Ma, ovviamente, l'album ha un significato in sé ampiamente separabile dall'ispirazione extramusicale, e mette una volta di più in vetrina le qualità artistiche di Pastorino, sia come strumentista, sia come compositore -le composizioni sono infatti tutte della sua penna, ad esclusione de "Le pliage de Miura," firmata dal pianista Matthieu Roffé.

In entrambi gli ambiti Pastorino mostra di aver messo a frutto sia la sua origine italiana che la sua ormai lunga frequentazione francese. Al clarinetto, infatti, recupera in modo non agiografico la lezione di musicisti come Michel Portal e Louis Sclavis, specie riguardo al timbro e a certe scelte al clarone, mentre in merito allo sviluppo delle frasi conserva un maggiore lirismo (si ascolti l'assolo in "Fall Mood," che spiega la sua dichiarata attenzione per Eddie Daniels); qualcosa di simile avviene per le composizioni, che hanno uno sviluppo complesso, con forti variazioni dinamiche e improvvise aperture drammaturgiche, frequenti nella recente tradizione francese (si ascolti a mo' d'esempio "Mama"), che però irrompono solitamente entro un discorso melodicamente più ortodosso di quanto in questa non succeda.

La collaborazione dei suoi compagni è perfetta: netto e rotondo il suono del contrabbasso di Varaillon (si ascolti il suo assolo su "Le pliage de Miura"), vario negli accompagnamenti ed efficacie negli assoli il pianoforte di Roffé, defilata ma sensibile la batteria di Jean Baptiste Pinet. Discorso a parte per la chitarra di Hekselman, presente nelle prime due e nelle ultime due tracce: i suoi interventi, infatti, sparigliano un po' gli equilibri, gettando una luce diversa sul suono della formazione, aumentandone un po' l'identità transalpina ma arricchendo ulteriormente la freschezza del lavoro.

Un bel CD, prova di maturità di un'artista sul quale avevamo già messo gli occhi, né mainstream, né "avanguardia," ma anche per questo equilibrato e capace di far godere la bellezza dei suoni e delle narrazioni musicali.

Track Listing

Anima; Mama; Fall Mood; Le pliage de Miura; Intro Muse; Muse; Rue Delta; Partenze #1; Partenze #2.

Personnel

Matteo Pastorino: clarinets; Gilad Hekselman: guitar; Matthieu Roffé: piano; Damien Varaillon: bass; Jean Baptiste Pinet: drums.

Album information

Title: Suite for Modigliani | Year Released: 2017 | Record Label: Challenge Records

Comments

Tags


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

More

In Duo
David Liebman, Jeff Williams
Two Moons
Michelle Lordi
Homage
Michael Weiss
Being
Chris Rottmayer

Popular

Compassion
Vijay Iyer
Jazz Hands
Bob James
Esengo
London Afrobeat Collective

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.