Home » Articoli » John Funkhouser: Still

1
Album Review

John Funkhouser: Still

By

Sign in to view read count
John Funkhouser: Still
Pianista, bassista e compositore proveniente dalla musica classica e dalla marcata curiosità musicale, John Funkhouser è da tempo alla testa di un trio che, con questo, giunge al quarto CD in quindici anni. Il leader è affiancato da Greg Loughman al contrabbasso e Mike Connors alla batteria, ma in questo lavoro vi si aggiungono in alcune tracce anche Phil Sargent alla chitarra e Aubrey Johnson alla voce (usata comunque in modo strumentale e coloristico).

Still è un classico esempio di jazz moderno, elegante e ben suonato, con alcune soluzioni originali -in particolare l'uso della voce-e non privo di interpretazioni interessanti, ma nel suo complesso sostanzialmente convenzionale.

Il brano di apertura, "Indigo Montoya's Great Escape," è forse il più virtuosistico -cambiando più volte tempi e atmosfere offre al pianista numerose opportunità di mostrare la notevole tecnica-ed è seguito invece dal classicissimo "House of Rising Sun" (peraltro non molto frequentato in ambito jazz), del quale la formazione offre un'interpretazione intima e molto efficace. Vi emerge esemplarmente la pariteticità e l'intesa del trio, perché qui il ruolo di prima voce lirica è svolta dal contrabbasso di un eccellente Loughman, mentre il lavoro di Connors alla batteria è non solo, come nel resto dell'album, estremamente variato e sensibile, ma qui si spinge a raddoppiare il piano nelle improvvisazioni.

Altrettanto interessante, sebbene al primo ascolto un po' straniante, la rilettura della evansiana "My Romance," assai diversa da come si è soliti ascoltarla a profusione ad opera dei molti piano trio che popolano le scene jazzistiche. Un po' meno persuasivo, invece, l'omaggio a Monk con "Little Rootie Tootie," che pare mancare proprio gli aspetti più caratteristici del pianista afroamericano, sciogliendosi in qualcosa di troppo fluido.

Notevole, infine, la conclusiva title track, costruita con stilemi e strutture tipici della musica indiana, che testimonia i poliedrici interessi musicali di Funkhouser, e che di nuovo mette in luce Loughman con una interpretazione maiuscola.

Track Listing

Indigo Montoya’s Great Escape; House of the Rising Sun; The Deep; My Romance; Little Rootie Tootie; Leda; Shakedown; Still.

Personnel

John Funkhouser: pianoforte; Greg Loughman: contrabbasso; Mike Connors: batteria; Phil Sargent: chitarra in 3, 5, 8; Aubrey Johnson: voce in 3, 6.

Album information

Title: Still | Year Released: 2014 | Record Label: Jazsyzygy Records


FOR THE LOVE OF JAZZ
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

WE NEED YOUR HELP
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Post a comment about this album

Tags

More

The Way of the Groove
Ben Patterson
Incorporated
Skopje Jazz Inc.
Existential Moments
Joe McPhee / John Edwards / Klaus Kugel

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and includes upcoming jazz events near you.