All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

0

NDR Big Band with Michael Moore: Sanctuary

Angelo Leonardi By

Sign in to view read count
NDR Big Band with Michael Moore: Sanctuary


Sanctuary rilegge in formato orchestrale dieci composizioni di Moore, già incise in precedenza con sue formazioni; brani che acquisiscono nuove identità grazie agli arrangiamenti dello stesso leader e di tre colleghi: il prestigioso orchestratore olandese Henk Meutgeert e i pianisti/compositori Christian Elsasser e Frank Calberg.

Quest'album realizzato con la famosa big band tedesca è un'occasione per riaffermare il valore di Michael Moore sia come solista che come compositore, come fanno altre recenti produzioni discografiche: Cretan Dialogues inciso in quartetto e Slips, realizzato in trio con Barre Phillips al contrabbasso e Gerry Hemingway alla batteria.

Il virtuosismo del leader è ben noto ma in quest'album l'orchestra non si pone al suo esclusivo servizio e la musica si snoda esaltando la bellezza melodica dei temi, aggiungendo il contributo di altri componenti l'organico. Il radioso clarinetto di Moore rappresenta comunque la principale voce strumentale, in brani caratterizzati da sottigliezze cameristiche ed eleganti fondali di gusto impressionista.

L'inizio della selezione —una medley di due brani scritti per il quartetto "Fragile"— dà un chiaro esempio delle soluzioni dominanti: dopo un'introduzione cameristica col clarinetto in rubato, la melodia base viene sviluppata in quartetto fino ad acquisire ricchezza con sontuosi (e poi dinamici) fondali orchestrali. Scelte espressive ancor più ricercate s'evidenziano nel successivo "Igor," dedicato a Igor Stravinsky, con un quadro centrale in libera improvvisazione.

In senso molto generale potremmo parlare di Third Stream Music ma qui le scelte sono più variopinte e talvolta eccentriche: "Shotgun Wedding" è un bel tributo al jazz classico mentre "Brunheiras" innesta in un aristocratico tema cameristico un graffiante quadro rock con protagonisti la chitarra distorta di Sandra Hempel e la batteria di Tom Rainey. Altro brano fantasioso (ma con una morbida ritmica latina) è "Odin," caratterizzato dal notevole intervento del sassofonista Fiete Felsch.

In conclusione un album con molte idee felici, tanto elegante quanto inventivo.

Album della settimana.

Track Listing

Sweet-Briar/Southwesterly; Igor; Anomalous Soul; Brunheiras; Odin; Fogo von Slack; Shotgun Wedding; Providence; Trouble House; Sanctuary

Personnel

Michael Moore: clarinet; Felix Meyer: trumpet; Ingolf Burkhardt: trumpet; Claus Stotter: trumpet; Sebastian Stein: trumpet; Dan Gottshall: trombone; Klaus Heidenreich: trombone; Stefan Lotterman: trombone; Fiete Felsh: saxophone, alto; Peter Bolte: saxophone, alto; Gabriel Coburger: saxophone, tenor; Konstantin Herleinsberger: clarinet; Luigi Grasso: saxophone, baritone; Florian Weber: piano; Sandra Hempel : guitar; Ingmar Heller: bass, acoustic; Tom Rainey: drums; Marcio Doctor: percussion; Tim Hagans: composer/conductor.

Felix Meyer, Ingolf Burkhardt, Claus Stotter, Sebastian Stein: flugelhorn; Sebastian Hoffmann: bass trombone; Fiete Felsh: clarinet; Peter Bolte: flute; Gabriel Coburger: clarinet; Konstantin Herleinsberger: tenor saxophone.

Album information

Title: Sanctuary | Year Released: 2020 | Record Label: Ramboy

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

Read Light In The World
Light In The World
Nocturnal Four
Read A Time And A Place
A Time And A Place
Dustin Laurenzi's Natural Language
Read Mayan Suite
Mayan Suite
Brian Andres
Read When You Find It
When You Find It
Arthur White and Merge
Read Rainbow Baby
Rainbow Baby
Cathlene Pineda
Read An Open Dialogue
An Open Dialogue
Linda Sikhakhane

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.