Home » Articoli » Album Review » Andrew Lamb: Rhapsody in Black

Andrew Lamb: Rhapsody in Black

By

Sign in to view read count
Andrew Lamb: Rhapsody in Black
L'etichetta lituana No Business Records continua ad arricchire un catalogo tra i più interessanti in circolazione con una perla dietro l'altra. E questo Rhapsody in Black non fa eccezione. Nella composizione del quartetto che ha dato alle stampe lo splendido CD spicca la presenza delle due batterie di Michael Wimberly e di Guillermo E. Brown, preludio apparentemente inevitabile a fuochi d'artificio ritmici e propulsioni forsennate. Niente di più lontano dalla verità perché in questa ambiziosa opera di Andrew Lamb i due percussionisti creano una ragnatela di sonorità arcane che colgono la tribalità nella sua essenza più spirituale, morbida e avvolgente.

Voce perfettamente complementare risulta il contrabbasso di Tom Abbs, profondo nella cavata, ruvido e abrasivo quando toccato con l'arco, cui si aggiungono gli interventi con la tuba, altro tassello importante nel mosaico timbrico dell'esecuzione. Il leader si districa tra sassofoni, clarinetti, flauti, conchiglie nel tentativo riuscito di mostrare i molteplici volti di un rituale magico che affonda le radici nella Madre Africa.

Il sassofono tenore è vigoroso e intenso, memore dell'ultimo Trane ("Song of the Miracle Lives" ne è una chiara dimostrazione) ma anche della filosofia AACM. Al flauto Lamb riesce ad esprimere un afflato melodico aereo e incantatorio reso straniante dal grande lavoro percussivo di sottofondo, il clarinetto aggiunge colori provenienti dall'Africa Nord Orientale, insoliti e affascinanti.

Rhapsody in Black potrebbe essere definito un concept album sulle origini e la tradizione della musica nera realizzato non attraverso una sintesi di stili, fasi storiche e di protagonisti, bensì con il recupero della semplicità, dell'innocenza primordiale e dell'orgoglio di un popolo. Ne esce un ritratto insolito, coraggioso, fieramente rivendicativo, assai poco omologato con la maggior parte delle produzioni attuali, nel quale il leader evita qualsiasi pretesto di blowin' session in favore di un commovente affresco a tutto tondo.

Track Listing

01. Initiation; 02. Rhapsody in Black; 03. To Love in the Rain (Portrait of a Virtuous Woman); 04. Song of the Miracle Lives.

Personnel

Tom Abbs
bass

Andrew Lamb A.K.A. The Black Lamb (sassofono, flauto, clarinetto, conch bell); Tom Abbs (basso, tuba, didjeridoo); Michael Wimberley (batteria, percussioni); Guillermo E. Brown (batteria, percussioni).

Album information

Title: Rhapsody in Black | Year Released: 2012 | Record Label: GR2 Classics

Comments


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Tags

More

Light Streams
John Donegan - The Irish Sextet
Korean Fantasy
Kim Dae Hwan / Choi Sun Bae
Verbs
Simon Nabatov 3 + 2

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.