All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Ornette Coleman: Quartet Reunion 1990

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Come alcuni (o molti) ricorderanno, nell'aprile 1990 Reggio Emilia dedicò una rassegna in più giornate tutta centrata sulla figura di Ornette Coleman (che vi presentò fra l'altro anche la celebre Skies of America). Da quella storica infornata, ecco oggi emergere da qualche scaffale la registrazione (non immacolata, ma comunque più che accettabile, in quanto a resa sonora) del concerto del 24 aprile al Teatro Valli, protagonista il cosiddetto Original Quartet che già aveva effettuato un acclamato tour nell'autunno '87, sulle ali dei consensi riscossi dal doppio In All Languages, che abbinava (uno per LP, anche con alcuni temi in comune) il Prime Time e, appunto, lo storico quartetto che ventotto anni prima, fra maggio e ottobre '59, attraverso album quali The Shape of Jazz to Come e Change of the Century aveva lanciato il primo consistente - e ormai definitivo - guanto di sfida al jazz contemporaneo (in Something Else!!!, dell'anno prima, così come, per motivi diversi, nello stesso Tomorrow Is the Question!, la rivoluzione non appariva ancora del tutto compiuta).

Raccontare la musica (poco meno di un'ora e tre quarti) risulterebbe a questo punto pleonastico: il documento è lì, preziosissimo, anche nel suo suturare, nella discografia ufficiale del maestro di Fort Worth, i citati fasti di In All Languages con i nuovi pregnanti episodi dei secondi anni Novanta, dal duo con Joachim Kühn al quartetto con Geri Allen (due pianoforti, dopo decenni) protagonista di Sound Museum.

Toccante, a più riprese, il suono della famigerata "tromba tascabile" di Don Cherry (specie allorché "strozzata" dalla sordina), altro indimenticato maestro, per certi versi quasi antitetico rispetto a Ornette (dal quale, possiamo ammetterlo senza dover incorrere in accuse di lesa maestà, dal vivo veniva un po' soffocato; anche perché, neanche troppo lontano dalla fine, necessitava di frequenti pause); illuminante, in "Word for Bird," il dialogo fra le due trombe, la loro palpabile dicotomia (al violino Ornette è ascoltabile invece in "If You Could See My Eyes"); sempre maiuscoli gli interventi di Charlie Haden, non di rado in possesso di un'affermatività tutto sommato inusuale; ovunque impeccabile, sapientissimo e perfettamente calibrato, il drumming di Billy Higgins.

Nient'altro da dire: un disco che non dovrebbe mancare in ogni collezione che si rispetti.

Track Listing: CD 1: 01. Telescope; 02. Him & Her; 03. Buckminster Fuller; 04. Magic; 05. Dancing Flower; 06. If You Could See My Eyes; 07. Spelling the Alphabet. CD 2: 01. Word for Bird; 02. Latin Genetics; 03. Singing in the Shower; 04. Lonely Woman; 05. The Sphinx.

Personnel: Ornette Coleman (sax alto, violino, tromba); Don Cherry (tromba); Charlie Haden (contrabbasso); Billy Higgins (batteria).

Title: Quartet Reunion 1990 | Year Released: 2011 | Record Label: Solo Piano Publications

About Ornette Coleman
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read Tenging
Tenging
By Friedrich Kunzmann
Read The Best Part
The Best Part
By C. Michael Bailey
Read Nothing But Time
Nothing But Time
By Karl Ackermann
Read Philosophy
Philosophy
By Mark Corroto