Home » Articoli » Conference Call: Poetry In Motion

1
Album Review

Conference Call: Poetry In Motion

By

Sign in to view read count
Conference Call: Poetry In Motion
Il tessuto connettivo che riveste Conference Call è di quelli forti ed elastici allo stesso tempo, grazie ad una fitta trama di relazioni che caratterizzano i percorsi dei quattro musicisti coinvolti. Il formidabile sassofonista e clarinettista tedesco Gebhard Ullmann vanta un sodalizio decennale con il pianista Michael Jefry Stevens, a sua volta co-leader con il bassista Joe Fonda di un ensemble stabile che da più di vent’anni esplora con successo i territori del freebop. Il batterista George Schuller è l’ultimo arrivato ma ha comunque alle spalle ben sette anni di sodalizio con questo quartetto.

Tutti questi numeri non potevano non riversarsi in Poetry in Motion, un CD pertanto fortemente coeso e compatto, senza sbavature, intenso, dagli incastri perfetti e dallo sviluppo armonioso. I quattro musicisti hanno attraversato a vario titolo le vicende della musica improvvisata negli ultimi vent’anni e in questo disco sembrano tirare le somme, impegnati in una sorta di pausa di riflessione sui suoi possibili sviluppi. Vi è una grande senso di calma e di tranquillità lungo le sette tracce del disco nonostante la musica sia spesso attraversata da fremiti violenti o da improvvise deflagrazioni.

Il clima complessivo della registrazione è quasi di stampo cameristico, nel senso di una precisione esecutiva e di una pulizia di suono non sempre facili da trovare in musicisti abituati a scorribande sonore tutt’altro che meditate. Ma pulsa forte il battito dell’improvvisazione, che sia quella di stampo dolphyano del clarone di Ullmann o quella dai forti accenti accademici del piano di Jefry Stevens il quartetto è in perenne movimento grazie anche alle invenzioni e alle sollecitazioni dei due ritmi.

Le composizioni sono tutte meritevoli di attenzione anche se non possiamo non segnalare “Back to School“, dal tema ornettiano che esplode grazie al sax tenore di Ullmann , “Quirky Waltz“ dall’incedere guardingo e misterioso e il conclusivo “Desert … Bleu … East“, una ninna nanna che si trasforma progressivamente in visione allucinata prima di chiudersi come un blues notturno.

Un altro gran disco da casa Clean Feed.

Track Listing

01. The Shining Star (Ullmann); 02. Poetry in Motion (Jefry Stevens); 03. The Path (Fonda); 04. Next Step (Fonda); 05. Back to School (Schuller); 06. Quirky Waltz (Jefry Stevens); 07. Desert .. Bleu .. East (Ullmann).

Personnel

Gebhard Ullmann (sax tenore, sax soprano, clarinetto basso); Michael Jefry Stevens (piano); Joe Fonda (contrabbasso); George Schuller (batteria, percussioni).

Album information

Title: Poetry In Motion | Year Released: 2008 | Record Label: Clean Feed Records


FOR THE LOVE OF JAZZ
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

WE NEED YOUR HELP
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Post a comment about this album

Tags

More

The Way of the Groove
Ben Patterson
Incorporated
Skopje Jazz Inc.
Existential Moments
Joe McPhee / John Edwards / Klaus Kugel

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and includes upcoming jazz events near you.