Home » Articoli » Melissa Stylianou: No Regrets

Album Review

Melissa Stylianou: No Regrets

By

Sign in to view read count
Melissa Stylianou: No Regrets
Canadese di nascita e formazione, la cantante Melissa Stylianou ormai da un decennio vive a New York, dove s'è fatta conoscere e apprezzare per le pregevoli collaborazioni (Ben Monder, Chris Lightcap, Matt Wilson, Rodney Green) ed i concerti in prestigiosi club come il Blue Note, l'Iridium, il Jazz Standard o il Birdland.
Se nei quattro dischi precedenti affrontava un repertorio variegato, alternando noti standard a temi di Tom Waits, Biörk o Johnny Cash, in questo No Regrets sceglie d'immergersi nella tradizione accompagnata da un trio di prim'ordine, comprendente il pianista Bruce Barth, la contrabbassista Linda May Han Oh e il batterista Matt Wilson. In alcuni brani intervengono come ospiti la clarinettista Anat Cohen e il sassofonista Billy Drewes. Anche il disco è stato inciso nel modo più tradizionale: live in una singola session, con un registratore doppia traccia.

La Stylianou è una cantante dalla timbrica chiara e sensuale, che manifesta la sua identità jazzistica con una tecnica brillante e un intenso gusto interpretativo. Il suo canto privilegia atmosfere di intima colloquialità ma sa impennarsi in momenti d'estrosa tensione ritmica.
Il disco è una bella carrellata di noti standard e qualche brano poco frequentato ma dal pregevole "curriculum storico." Tra questi abbiamo "Somebody's on My Mind," composto da Billie Holiday e legato alla sua magica interpretazione, l'arcaico "Humming to Myself" cantato da Connee Boswell, oppure "A Nightingale Can Sing the Blues," legato alle languide versioni di Peggy Lee e Julie London.

Melissa ce ne offre versioni ben riuscite, per eleganza e sobrietà, accompagnata di volta in volta da Anat Cohen, Linda Oh e Billy Drewes. Altra scelta felice, che va oltre la tradizone jazzistica, è il tradizionale "Down by the Salley Gardens" cantato con poetica intensità col solo accompagnamento della batteria. Tra i temi più noti abbiamo apprezzato in particolare la dinamica versione del monkiano "I Mean You," in duo con Bruce Barth.

Track Listing

Nice Work if You Can Get It; Remind Me; I Got It Bad; Humming to Myself; I Wish I Knew; Somebody's on My Mind; Down by the Salley Gardens; A Nightingale Can Sing the Blues; I'll Never Be the Same; Polka Dots and Moonbeams; I Mean You.

Personnel

Melissa Stylianou: voce; Bruce Barth: pianoforte; Linda Oh: contrabbasso; Matt Wilson: batteria. Ospiti: Anat Cohen: clarinetto; Billy Drewes: sax contralto.

Album information

Title: No Regrets | Year Released: 2015 | Record Label: Anzic Records

Post a comment about this album

Tags

View events near New York City
Jazz Near New York City
Events Guide | Venue Guide | Local Businesses | More...

More

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.