Home » Articoli » Live Review » Nexus all’Atelier Musicale

Nexus all’Atelier Musicale

Nexus all’Atelier Musicale

Courtesy Roberto Priolo

By

Sign in to view read count
Nexus
Atelier Musicale—XXVIII Edizione
Auditorium G. Di Vittorio
Milano
26.11.2022

Il primo blocco di concerti della ventisettesima edizione dell'Atelier Musicale si è concluso con il concerto dei Nexus. Gruppo tra i più longevi del jazz italiano (e del jazz tout court), fondato negli anni '80 dal batterista Tiziano Tononi e dal sassofonista Daniele Cavallanti, qui alla Camera del Lavoro in compagnia di Emanuele Parrini al violino, Tony Cattano al trombone, Luca Gusella al vibrafono, Roberto Frassini Moneta al contrabbasso.

In programma, brani tratti dall'album The Call: For a New Life, recentemente pubblicato con la Felmay Records.

Gli orizzonti musicali lungo cui si muove con encomiabile coerenza la musica di Nexus sono ben noti. Non fa eccezione questo ultimo album, in cui i titoli dei brani si collocano a metà strada tra la dedica e la dichiarazione programmatica.

"S.O.S" guarda al SOS Trio di John Surman, Mike Osborne ed Alan Skidmore. "Hornet Redux" è un chiaro riferimento ad Ornette Coleman. "J.G." è dedicata a John Gilmore, uno dei tanti grandi e sottovalutati musicisti del jazz.

Unica composizione non originale eseguita nel corso del concerto, "5 4 3 2" di Andrew Cyrille. Brano ritmicamente movimentato, eseguito dal sestetto con piglio molto deciso. Tutto il concerto, del resto, si è sviluppato all'insegna dell'energia e della libertà, con squarci di lirismo ed ampi riferimenti alla storia (a tutta la storia) del jazz.

Chiusura di serata con il medley "Cherokee Blood / The Trail of Tears," che tra citazioni di Jimi Hendrix (il riff di "Voodoo Child") e momenti di intensa poesia ha rievocato la deportazione degli indiani, forse la pagina più oscura della storia nordamericana, ricordandoci come il jazz possa (debba?) avere anche una valenza politica.

Come accennavamo in apertura, con questo concerto si è conclusa la prima parte della stagione dell'Atelier Musicale. Prossimo appuntamento sabato 21 gennaio 2023, con Claudio Fasoli 1.2.3.4., che vedrà il sassofonista alla testa del suo nuovo quartetto con Simone Massaron alla chitarra, Tito Mangialajo Rantzer al contrabbasso, Stefano Grasso alla batteria.

Comments

Tags


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Near

More

Jazz article: Jazz Is Dead at Nectar's
Jazz article: Cedric Burnside at Globe Hall
Jazz article: Roberto Olzer Trio at Studio Annette

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.