Home » Articoli » Sten Sandell: Gubbröra

1
Album Review

Sten Sandell: Gubbröra

By

Sign in to view read count
Sten Sandell: Gubbröra
Un incontro ravvicinato tra improvvisatori svedesi e inglesi, catturato dal vivo alla Conway Hall di Londra.

La prima sequenza è un lungo drone di chitarra (Stackenas), interrogativo, esplorativo.

Poi l'apertura al confronto con il pianoforte (Sandell). Una formula poco frequentata nella free-music, che dà frutti curiosi, quanto meno sotto il punto di vista timbrico.

Il fluire del dialogo privilegia la lentezza, l'accostamento riflessivo di note punteggiate o raggruppate in frasi atonali. Un cerimoniale sonoro che alterna lampi di intuizioni felici, ma non sa evitare il pericolo della routine.

La seconda parte dello stesso brano vede Stackenas per lo più in solitudine, attorcigliato in una improvvisazione errabonda, memore di Derek Bailey.

"Gubbröra" (34 minuti..) è del quintetto al completo. L'autorevolezza di Parker, Guy e Lytton arricchisce il vocabolario di gruppo e scioglie un magma di musica i cui rivoli scorrono paralleli, alternando quiete e furia.

Una prova tra le tante dell'improvvisazione europea.

Track Listing

01.Jansson's Temptation (part 1) (Sandell-Stackenas) - 22:35; 02. Jansson's Temptation (part 2) (Stackenas-Sandell) - 15:13; 03. Gubbröra (Parker-Guy-Lytton-Sandell-Stackenas).

Personnel

Sten Sandell (piano, voce, elettronica); David Stackenas (chitarre); Evan Parker (sax tenore e soprano); Barry Guy (contrabbasso); Paul Lytton (percussioni).

Album information

Title: Gubbröra | Year Released: 2004 | Record Label: PSI Records

Post a comment about this album

Tags

More

Persistence
Steve Knight
Chrysopoeia
Dave Rempis
Earthshine
Meridian Odyssey
Earth Patterns
Szun Waves

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.