Home » Articoli » Album Review » Electroscope Trio: Electroscope

Electroscope Trio: Electroscope

By

Sign in to view read count
Electroscope Trio: Electroscope
Registrato in due diverse sessioni, la prima nel novembre del 2018 (gli iniziali otto brani, tutti piuttosto brevi), la seconda nel giugno dell'anno successivo (le due tracce conclusive, entrambe attorno agli otto minuti), Electroscope è un disco d'improvvisazione nel quale i flauti di Massimo De Mattia si stagliano nitidi ed espressivi su un variegato tappeto sonoro tessuto da Vitja Balžalorsky alla chitarra e Zlatko Kaućić alla batteria, ma con gli sloveni entrambi intensamente impegnati anche all'elettronica.

Ed è infatti l'elettronica —coerentemente al titolo dell'album, identico a quello della formazione —a caratterizzare il suono dell'album: gorgoglii di amplificatori, eco sintetizzate, riverberi, si intrecciano con liberi arpeggi elettrici e scintillanti suoni acustici, creando un mutevole e colorato ambiente sonoro sul quale gioca in piena libertà De Mattia, cambiando di volta in volta flauto per colorare in modo timbricamente diverso la scena e producendosi in effetti diversi modulando l'emissione, così da poter ora dialogare con i compagni, ora striare la scena con abbozzi di linee melodiche, strilli, squittii dal forte impatto impressionistico.

Ne scaturisce un lavoro dal suono assai personale, caratterizzato da impasti perlopiù acidi, ma in gran parte leggibilissimi, anche a dispetto della libertà e dei frequenti contesti magmatici. Non mancano tuttavia momenti più quieti, intimamente narrativi —come in "Tinnitus" —o altri di profonda drammaticità. In questo senso, esemplari i due brani eponimi, il primo dei quali, "Electroscope (expectations)," sembra progressivamente farci accedere a inesplorate e inquietanti profondità, mentre il secondo, "Electroscope (desperation)," si trasforma da narrazione inquieta ma serena in perlustrazione sonora di una caldera vulcanica.

Track Listing

Transient; Noisome; Sinister; Hybrids; Oxidizers; Tinnitus; Asphyxiation; Collapse; Electroscope (expectations); Electroscope (desperation).

Personnel

Additional Instrumentation

Vitja Balzalorsky, Zlatko Kaućić: elettronica

Album information

Title: Electroscope | Year Released: 2022 | Record Label: Klopotec


< Previous
Oblong Aplomb

Next >
Grooveyard

Comments

Tags


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

More

For Real!
Hampton Hawes
Jamalot
The Bobby Broom Organi-Sation
BEATitude
David Bixler

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.