Home » Articoli » Album Review » Modern Art Orchestra: Eclectic Path

Modern Art Orchestra: Eclectic Path

By

Sign in to view read count
Modern Art Orchestra: Eclectic Path
Quest'orchestra ungherese è un brillante organico che aderisce ai modelli mainstream con sicurezza e personalità, senza sfigurare di fronte ai migliori esempi del genere. Dalla sua nascita - nel 2005 - è guidata da Kornél Fekete-Kovács, un bandleader e solista di tromba che nel 1998 è stato tra i fondatori della Budapest Jazz Orchestra ed ha svolto significative esperienze in altre orchestre europee, soprattutto scandinave.

Fekete-Kovács è uno dei massimi musicisti e animatori della scena jazzistica ungherese. Scena che è rapidamente cresciuta nell'ultimo decennio, sia nell'assimilazione dei modelli storici del jazz che nella sintesi tra questi e le tradizioni popolari magiare.

I nomi che costituiscono assieme al leader il fulcro creativo della Modern Art Orchestra sono Szabolcs Oláh, Viktor Hárs e Kristóf Bacsó. I primi due soprattutto sul versante compositivo mentre il terzo è uno dei migliori sassofonisti europei e caratterizza con i suoi interventi gli eleganti temi "Late Musings" ed "Elliptic Path" e l'estroverso "Full Moon". Altri solisti in bell'evidenza sono i pianisti Dániel Szabó e Gábor Cseke.

Ma l'orchestra è sorprendente non solo per la carica esplosiva dei collettivi e la coordinazione tra le sezioni ma anche per la duttilità che dimostra nel dosare gli impasti e le dinamiche.

I punti di riferimento sono ovviamente l'orchestra di Thad Jones-Mel Lewis ma per l'opulenza timbrica e l'ambizione di operare su tempi e arrangiamenti complessi ricorda Don Ellis (si ascolti soprattutto "The Fifth Seal") e Stan Kenton.

Track Listing

01. Late Musing (Szabolcs Oláh) - 05:32; 02. Rain Dance (Szabolcs Oláh) - 10:11; 03. Dark Forest (Kristóf Bacsó) - 9:52; 04. Full Moon (Kornél Fekete-Kovács) - 9:51; 05. Maslow's Triangle (Kristóf Bacsó) - 08:56; 06. Elliptic Path (Kristóf Bacsó) - 10:45; 07. Chapter Four (Dániel Mester) - 07:21; 08. Down (Szabolcs Oláh) - 08:53; 09. The Fifth Seal (Viktor Hárs) - 6:39.

Personnel

Attila Korb
trombone

Kornél Fekete-Kovács (direzione, tromba, flicorno); Gábor Varga, Ádám Gráf, László Simai, Gábor Bizják, Attila Korb, Gábor Barbinek, Miklós Csáthy, Péter Kovács (ottoni); Kristóf Bacsó, Dániel Mester, János Ávéd, Balázs Cserta, Mihály Bajusznács (ance); Szabolcs Oláh (chitarra); Gábor Cseke (pianoforte); Dániel Szabó (pianoforte); Viktor Hárs (contrabbasso); András Mohay (batteria).

Album information

Title: Eclectic Path | Year Released: 2009 | Record Label: BMC Music

Comments

Tags


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

More

Being
Chris Rottmayer
Town of Two Faces
The Choir Invisible with Charlotte Greve, Vinnie...
They Tried to Kill Me Yesterday
Paul R. Harding / Michael Bisio / Juma Sultan
Eagle's Point
Chris Potter

Popular

Jazz Hands
Bob James
Esengo
London Afrobeat Collective
Light Streams
John Donegan - The Irish Sextet

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.