Home » Articoli » Album Review » Matty Harris: Double Septet

Matty Harris: Double Septet

By

Sign in to view read count
Matty Harris: Double Septet
Laureatosi al California Institute of the Arts, il trentenne sassofonista Matty Harris pubblica il secondo disco del suo Double Septet, un organico d'avanguardia comprendente il settantenne Vinny Golia -ancora in gran forma -e validi strumentisti operanti in California. L'organico ha debuttato nel 2013 con l'album Songs e quasi gli stessi componenti. Negli anni precedenti, a partire dal 2010, ha registrato tre dischi live col suo giovane quartetto.
Durante gli studi al college (tra i suoi insegnanti di strumento e composizione ricordiamo lo stesso Golia, Wadada Leo Smith, Charlie Haden e Joe La Barbera), il sassofonista ha svolto esperienze con gruppi di jazz e rock sperimentale: un'imprinting che ritroviamo in questo lavoro caratterizzato da un'estetica sperimentale quanto mai eclettica che Harris definisce "psychedelic chamber jazz."

L'album presenta quattro composizioni di media lunghezza, dove austere sequenze cameristiche si coniugano con altre di forte impatto ritmico e timbrico, con la massiccia presenza del collettivo. Nel primo brano "Party Time" l'incremento delle dinamiche è graduale e porta a un suggestivo finale caratterizzato da un marcato vamp, sui modelli del jazz elettrico inglese degli anni settanta. Negli altri brani le forme e gli ingredienti in gioco variano ma resta centrale la tendenza a rivedere le sperimentazioni di qualche decennio fa in una nuova luce. Parziale eccezione a quanto detto è "Cockapoo Army" che si sviluppa in lunga sequenza ipnotica con assoli in successione. Il disco è prodotto dal chitarrista Maxwell Gualtieri che è uno dei solisti più interessanti del lavoro.

Track Listing

Party Time; 10,000 Kimmys Gibbler; Cockapoo Army; Oh, A Little Day Trip Around the Crunch.

Personnel

Matty Harris
various

Matty Harris: sassofoni, clarinetto basso; Vinny Golia: sassofoni, clarinetto; Paul Novros: sax soprano; Ryan Parrish: sax soprano e baritono; Joe Santa Maria: sax soprano e sopranino; Louis Lopez: tromba; Greg Zilboorg: tromba; Brandon Sherman: tromba; Jacob Rosenzweig: contrabbasso; Nathan Phelps: contrabbasso; Tim Carr: batteria; Michael Lockwood: batteria; Garett Grow: Fender Rhodes; Maxwell Gualtieri: chitarra baritono.

Album information

Title: Double Septet | Year Released: 2017 | Record Label: pfMentum

Comments


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Tags

More

Being Human
Lynne Arriale
Big Band Stories
Fredrik Nordström
Skyllumina
Ruth Goller

Popular

Compassion
Vijay Iyer
Jazz Hands
Bob James
Esengo
London Afrobeat Collective

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.