All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

1

Richard Howell: Coming Of Age - MANGAKU

Neri Pollastri By

Sign in to view read count
Il sassofonista Richard Howell è una personalità musicale piuttosto singolare: nativo di Los Angeles, attivo dagli anni Ottanta a San Francisco, ha avuto per maestri sassofonisti come Justo Almario, specialista di latin jazz, e Don Myrick, degli Earth, Wind and Fire, per poi suonare con Don Cherry e Charlie Haden, ma anche con cantanti blues e soul come Etta James e Chaka Khan. Accanto all'attività di musicista Howell ha anche svolto quella di produttore, frequentando artisti di ogni genere. Tutta questa varietà si fonde, nel bene e nel male, in questo suo ultimo lavoro, che lo vede alla testa di una formazione molto ampia nella quale è presente alla batteria anche il giovane figlio Elé Salif Howell.

La cifra del disco è varia come le esperienze del leader, autore di tutti i brani, che non a caso parla di "bridge music" (titolo anche di un brano che compare in due versioni), ovvero di musica che unisce i generi e tradizioni diverse; in generale, tuttavia, possiamo inquadrarla all'interno di un jazz moderno, molto dinamico e con decise influenze etniche, parte africane—in particolare grazie alle percussioni David Frazier—e in parte latine—qui grazie anche allo stile dello stesso Howell. Lo si ascolta fin dalle prime tracce, con "Love Cycle" che mostra un'impronta afro e "Chef Says" che invece si avvicina di più a certe cose di Gato Barbieri, musicista che Howell ricorda sia come suono, sia come irruenza negli assoli. Importante qui l'apporto della batteria e quello del trombone di Danny Armstrong.

"Bridge Music," fedele al titolo, si sposta invece su un'altra riva del fiume musicale: con la voce solista di Pasha Howell, un coro di sfondo e dei ritmi semplici e reiterati, è di fatto una canzone pop di ispirazione soul, entro la quale trovano spazi anche assoli del leader e della tromba di Christian Scott aTunde Adjuah. Il brano eponimo, invece, contiene in sé la varietà del disco: inizia come una sorta di fusion, prosegue con l'ingresso di percussioni latine, si conclude di nuovo a là Barbieri.

L'altra metà del disco prosegue sulla stessa falsariga, concludendo con la seconda versione di "Bridge Music" quasi un'ora e venti di musica di buon livello e con alcuni momenti— specialmente quelli in cui ha modo di esprimersi con più trasporto Howell—di particolare rilievo.

Track Listing: Love Cycle; Chef Says; Messenger; Bridge Music; Can I still Play?; Coming Of Age; The Catalyst; Ching; Mother Earth; Sticking With Love; Bodi Ya; Dr.Bell; Bridge Music.

Personnel: Richard Howell: tenor, soprano saxophone, vocals, percussion, tama drum; Pasha Howell: vocals; Christian Scott aTunde Adjuah: trumpet; Charles McNeal: alto saxophone; James Garrison: tenor saxophone; Danny Armstrong: trombone; Baron Arnold: trombone; Art Khu: Fender Rhodes; Frederick Harris: piano; Ron Belcher: bass; Ravi Abcarian: double bass; David Frazier: percussion, kutiri drums, congas; Elé Salif Howell: drums; Darrel Green: drums.

Title: Coming Of Age - MANGAKU | Year Released: 2018 | Record Label: IYOUWE

About Richard Howell
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read Tonewheel
Tonewheel
By Dan Bilawsky
Read Santa Baby
Santa Baby
By C. Michael Bailey
Read Mythos
Mythos
By Mike Jurkovic