Home » Articoli » Album Review » Pierluigi Balducci: Blue from Heaven

Pierluigi Balducci: Blue from Heaven

By

Sign in to view read count
Pierluigi Balducci: Blue from Heaven
Le ance liquide, sinuose, oniriche di Paul McCandless segnano da subito questo nuovo lavoro del bassista pugliese. Che stavolta si attornia di musicisti di primissima grandezza per illustrare la sua musica (in realtà il CD include anche un tema di Brad Mehldau, "Unrequited," e uno di Charlie Haden, "Our Spanish Love Song"), che proprio nei caratteri appena attribuiti al glorioso fiatista degli Oregon sembra specchiarsi con assoluta chiarezza.

Balducci è in effetti compositore molto educato, tornito, che ama il bel suono, una cantabilità esplicita ma mai sbracata, a volte più solare (qui, per esempio, in "The Light of Seville" e "Fin de siècle"), altrove più rattenuta, quasi ritrosa. Ciò non significa che nei suoi album si respiri un'aria barocca, di maniera, perché la musica da lui generata in sintonia con i compagni di viaggio con cui decide di volta in volta di dividere il cammino determina spesso e volentieri scoccare della fatidica scintilla, con la forma e il buon gusto di base "emancipati" dall'exploit del singolo, peraltro mai prevaricante sul disegno complessivo.

In questo Blue from Heaven ciò accade in particolare, al di là del trittico d'avvio, nitidissimo biglietto da visita di un album che poi tende a riconfermarsi lungo quelle coordinate, in "Life in Three Sketches," aperto dai soli oboe e piano e poi in decisa espansione quartettistica (sempre magistrale Rabbia, con quel suo drumming obliquo ed elegantissimo), e nella seconda versione di "The Light of Seville," che chiude il lavoro nel segno della sostanza. Senza mai strafare, ovviamente.za mai strafare, ovviamente.

Track Listing

01. Introduction; 02. The Light of Seville; 03. Fin de siècle; 04. Unrequited; 05. Life in Three Sketches; 06. Blue from Heaven; 07. The Sky Over Skye; 08. L'equilibrista (to Ernst Reijseger); 09. Our Spanish Love Song; 10. The Light of Seville (alt. take).

Personnel

Paul McCandless
woodwinds

Paul McCandless (sax soprano, oboe); John Taylor (pianoforte); Pierluigi Balducci (basso elettrico); Michele Rabbia (batteria, percussioni).

Album information

Title: Blue from Heaven | Year Released: 2013


Next >
Fours

Comments

Tags

Concerts


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

More

Silent, Listening
Fred Hersch
Riley
Riley Mulherkar
3 Works For Strings
Giusto Chamber Orchestra
My Multiverse
Pearring Sound

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.