All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

1

Bathysphere: Bathysphere

Angelo Leonardi By

Sign in to view read count
Bathysphere: Bathysphere
Il sassofonista olandese Jorrit Dijkstra e il pianista greco Pandelis Karayorgis vivono negli Stati Uniti da vari anni (il primo dal 2002, il secondo dal 1985). Entrambi sono docenti al New England Conservatory di Boston, sono compositori interessati alla libera improvvisazione e all'elettronica e collaborano nel quartetto Matchbox e nel più noto The Whammies, un ensemble con Jeb Bishop e Han Bennink, che ha dedicato tre album alla musica di Steve Lacy.

Nella primavera del 2015 hanno coinvolto in un progetto orchestrale alcuni improvvisatori dell'area di Boston, più il sassofonista Tony Malaby, il trombettista Taylor Ho Bynum e il trombonista Jeb Bishop. Il titolo e l'illustrazione in copertina si riferiscono al sottomarino sferico che negli anni trenta esplorò per la prima volta i fondali marini.

È implicito il legame con l'esplorazione orchestrale che Dijkstra e Karayorgis hanno sviluppato in questo progetto assemblando un anomalo organico composto da una cornetta, quattro sassofoni, due trombe, due tromboni, due contrabbassi, una tuba, un pianoforte, una batteria e sintetizzatori. La scelta timbrica è orientata verso il registro grave e l'orchestra esegue sette composizioni originali, pensate e messe a punto nelle prove in relazione ai singoli solisti coinvolti. Il clima è d'avanguardia e la formazione privilegia esperimenti su timbri e dinamiche creando masse sonore generalmente marcate e dissonanti che si rapportano agli interventi individuali. Nelle orchestrazioni troviamo quadri dalla struttura aperta, ritmi spezzati, pedali collettivi e armonizzazioni inconsuete ma il free tende a coniugarsi con quadri più leggibili, anche tradizionali.

Chiari esempi sono dati da "Boter" (un acceso intervento free di Malaby su un arrangiamento dagli echi ellingtoniani), oppure dal mainstream avanzato di "Sounding Line" con il bell'assolo di Bishop. Ma ogni brano ha la sua identità e momenti di netto contrasto ("Funnel") con vivono con altri d'astratto camerismo, statici e solenni ("White Sea").

Un lavoro orchestrale significativo, che merita la nostra attenzione.

Track Listing

Sounding Line; Funnel; Chip Log; Boter; Bathyschord; Coelacanth; White Sea.

Personnel

Jorrit Dijkstra: alto saxophone, lyricon, analog synth; Pandelis Karayorgis: piano; Tony Malaby: soprano and tenor saxophones; Seth Meicht: alto and tenor saxophones; Charlie Kohlhase: tenor and baritone saxophones; Taylor Ho Bynum: cornet; Forbes Graham: trumpet; Daniel Rosenthal: trumpet; Jeb Bishop: trombone: Jeff Galindo: trombone; Josiah Reibstein: tuba; Nate McBride: bass; Jef Charland: bass; Luther Gray: drums; Andrew Neumann: analog electronics.

Album information

Title: Bathysphere | Year Released: 2016 | Record Label: Driff Records

Post a comment about this album

Tags

View events near Boston
Jazz Near Boston
Events Guide | Venue Guide | Get App | More...

Shop Amazon

More

Compass Confusion
Craig Taborn
While We Wait
Christopher Merz's Very Happy Band
Hindsight
Charlie Porter
Universal Blues
Keith Pray

Popular

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded albums and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, limited reopenings and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary step that will help musicians and venues now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the sticky footer ad). Thank you!

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.