All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

1

Vijay Iyer, Wadada Leo Smith: A Cosmic Rhythm With Each Stroke

Luca Canini By

Sign in to view read count
Ci sono dischi che succedono ancora prima di succedere. Musica che sta nelle cose, destinata ad accadere, dentro la logica di un'astratta ma vincolante necessità. Basta solo aspettare che l'inevitabile si compia, che il disegno intuito da tempo prenda forma e sostanza. Questione di chimica, di affinità elettive, di soverchianti meccaniche celesti.

Non potevano che incontrarsi prima o poi la tromba di Wadada Leo Smith e il pianoforte di Vijay Iyer. Che già in passato si erano sfiorati (con esiti altalenanti, a dire il vero), ma che mai avevano avuto la preziosa occasione di duettare. Un'inspiegabile (e intollerabile) ingiustizia alla quale pone finalmente rimedio la tedesca ECM, sempre più vicina alla completa guarigione dopo anni di preoccupante involuzione e raggelante monotonia.

A Cosmic Rhythm with Each Stroke il titolo della suite commissionata dal Metropolitan Museum di New York e dedicata all'artista indiana Nasreen Mohamedi. Sette movimenti incastonati tra una sognante ouverture ("Passage") e un commovente epilogo ("Marian Anderson"). Musica distante, astratta, sprezzante; eppure carnale, viva, vera. Nel segno di un romanticismo negato, di un lirismo obliquo, zoppicante, di una dolcezza crudele. Il pianoforte si diverte a semplificare, si muove leggero, espone e seduce, promette. Ma la tromba non si preoccupa (quasi) mai di assecondarlo. Wadada, al solito, preferisce camminare lungo i margini, lavorare sulla densità e l'intensità: accennando, suggerendo, vaporizzando cristalli neri con il consueto piglio metafisico. Come nella pulviscolare "All Becomes Alive," increspata in apertura da un accenno di elettronica e capace poi di assumere i contorni (sempre e comunque indefiniti) di una vera e propria ballad. Più problematico l'incedere della sorprendente "Labyrinths," che si chiude con un sontuoso monologo del pianoforte. Mentre in "Notes on Water," con Vijay al Fender Rhodes, l'atmosfera torna a farsi deliziosamente allucinata, minacciosa, crepuscolare.

Un disco magico. Oltre lo spazio, fuori dal tempo. Da accarezzare piano e da ascoltare sintonizzandosi sulle frequenze delle stelle.

Track Listing: Passage; A Cosmic Rhythm with Each Stroke: All Becomes Alive, The Empty Mind Receives, Labyrinths, A Divine Courage, Uncut Emeralds, A Cold Fire, Notes on Water; Marian Anderson.

Personnel: Wadada Leo Smith: tromba; Vijay Iyer: pianoforte, Fender Rhodes, elettronica.

Title: A Cosmic Rhythm With Each Stroke | Year Released: 2016 | Record Label: ECM Records

About Vijay Iyer
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Watch

Jazz Near New York City
Events Guide | Venue Guide | Get App | More...

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read A Throw Of Dice
A Throw Of Dice
By Dan McClenaghan
Read Roma
Roma
By Mike Jurkovic
Read e-motion
e-motion
By Nicholas F. Mondello
Read The Real Blue
The Real Blue
By Jack Bowers
Read City Abstract
City Abstract
By Dan Bilawsky
Read Spectrum
Spectrum
By Mike Jurkovic
Read Munich 2016
Munich 2016
By Karl Ackermann
Read Sounds of 3 Edition 2
Sounds of 3 Edition 2
By Geno Thackara