Das Rosa Rauschen: 8 Miniaturen (aus dem Zyklus 10 Miniaturen)

Alberto Bazzurro BY

Sign in to view read count
È il sassofonista berlinese Felix Wahnschaffe, fresco cinquantenne con una serie di partnership di tutto rispetto (Schlippenbach, Vitous, Lacy, Rivers, Tchicai, Nabatov, Takase...), il principale artefice del quartetto protagonista di questo album (sue tutte e otto le "miniature" del titolo), entro le cui geometrie regna un bell'amalgama, capace per lo più di evitare la trappola dell'ovvietà insita in una formula trafficata come poche.

Aleggia, nel disco, una bella energia, e insieme una certa raffinatezza, specialmente nei brani contrassegnati con i numeri 8, 3 (di tono neanche troppo vagamente ornettiano), 1 (riflessivo e calibrato) e 10 (come sopra, ma più libero), che riescono a scongiurare quel minimo di dispersività coglibile qua e là fra le pieghe dei restanti episodi. Il che non toglie peraltro dignità alcuna a un lavoro solido e ben strutturato.

Post a comment

Tags

Shop Amazon

More

Inventions
Phil Parisot
Mabern Plays Coltrane
Harold Mabern
The Chicago Symphonies
Wadada Leo Smith's Great Lakes Quartet
Tributaries
Jack Cooper & Jeff Tobias
Boomslang
Halley-Clucas-Reed-Halley
Mountain Melody
Mulo Francel

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.