Home » Articoli » Album Review » Ceramic Dog: YRU Still Here?

Ceramic Dog: YRU Still Here?

By

View read count
Ceramic Dog: YRU Still Here?
Marc Ribot è tornato coi suoi Ceramic Dog e con un album YRU Still Here? che si inserisce nel solco della piega politica e di protesta che da tempo lo contraddistingue. I suoi compagni di viaggio per questa terza uscita marcata Ceramic Dog (a 10 anni compiuti dall'avvio del progetto) sono Shahzad Ismaily e Ches Smith (di recente visto in Italia al fianco di Erik Friedlander con il progetto Throw a Glass).

YRU Still Here? è un disco molto più rock che jazz. Tutte etichette da prendere con le pinze, naturalmente, ma lo stile che il trio sceglie di adottare per buona parte degli undici componimenti alla base dell'album va in una direzione spesso più simile alla forma-canzone che a fantasmagorie jazzistiche. Il colpo di coda, il cambio di rotta improvviso è sempre dietro l'angolo, e non è certo di fantasia che manchi YRU Still Here?, ma è anche evidente come Ribot e i suoi si pongano in un'ottica 'popular' molto più che colta e intellettuale. Non un difetto, intendiamoci, ma una scelta del tutto coerente (anche) rispetto ai contenuti sociali dell'album.

A colpire di YRU Still Here? è la capacità di posizionare così tante influenze musicali in un solo corpo, per altro straordinariamente coeso. La chitarra scheletrica al centro, come marchio inconfondibile, e tutto attorno un nomadismo sonoro che fonde funk e rumorismo, canzone e composizione strumentale, suoni acustici, elettrici ed elettronici, sonore arrabbiature che somigliano a quel punk che sarebbe piaciuto a Joe Strummer e digressioni da rock sperimentale in preda a visioni. Chiamatelo jazz da barricata, se volete, ma scordatevi di ascoltarlo da seduti.

Track Listing

Personal Nancy; Pennsylvania 6 6666; Agnes; Oral Sidney With a "U"; YRU Still Here?; Muslim Jewish Resistance; Shut That Kid Up; Fuck La Migra; Orthodoxy; Freak Freak Freak On The Peripherique; Rawhide.

Personnel

Ceramic Dog
band / ensemble / orchestra

Marc Ribot: chitarre, farfisa, basso, vocoder, corno; Shahzad Ismaily: basso, Moog, percussioni, cori; Ches Smith: batteria, percussioni, elettroniche, cori.

Album information

Title: YRU Still Here? | Year Released: 2018 | Record Label: Northern Spy


< Previous
Theia

Comments

Tags


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

More

Tributes
Antonio Farao
Timing Is Everything
Eric Alexander
In Situ
Alexa Torres

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.