Home » Articoli » Album Review » Tim Berne's Snakeoil: You've Been Watching Me

1

Tim Berne's Snakeoil: You've Been Watching Me

By

Sign in to view read count
Tim Berne's Snakeoil: You've Been Watching Me
Snakeoil di Tim Berne è sicuramente formazione che farebbe fare l'en plein in un "Blindfold test," procedura ideata dal critico musicale Leonard Feather attraverso la quale il musicista in questione viene sottoposto all'ascolto di un disco, con lo scopo di individuarne il titolare ed esprimere una valutazione. Troppo riconoscibile l'impianto sonoro, troppo solide le coordinate stilistiche sorrette da geometrico senso della forma, troppo caratteristiche le singole voci strumentali-seppur messe creativamente al servizio del gruppo -troppo consolidata la scrittura del leader, per non essere identificata persino dal musicista meno provveduto.

L'idea di aggiungere in questa terza prova discografica targata ECM, un nuovo strumento, per di più armonico, potrebbe così sembrare temeraria se non azzardata, per il rischio di far saltare per aria, o quantomeno inceppare, un ingranaggio perfettamente oliato e autonomo. Al contrario, la chitarra di Ryan Ferreira si rivela un valore aggiunto dell'incisione, innesto senza crisi di rigetto su di un organismo talmente onnivoro da risultare accogliente anche per gli sprazzi di elettronica -altra novità del disco -dispensati dal sempre più sorprendente Matt Mitchell.

Ecco allora le complesse strutture di Berne dipanarsi con senso drammatico fino a raggiungere toni epici seppur depurati di ogni deriva enfatica. Ecco la chitarra nelle vesti sia di propellente aggiunto per la combustione della materia musicale che di passepartout per aprirsi ad orizzonti solcati da screziature melodiche, finora piuttosto rari nella discografia di Berne. Ecco il gioco di contrappunti, di traiettorie zigzaganti, di improvvisazioni che percorrendo strade diverse si ritrovano inevitabilmente a brillare della medesima bellezza.

Se "Small World in a Small Town" è la composizione più ambiziosa del disco, diciotto minuti di struttura articolata e mobile, variegata nelle atmosfere ma di chiaro impianto cameristico. Se "Embraceable Me" sorprende per l'alchimia apparentemente rilassata, in realtà carica di una tensione quasi insostenibile che chitarra, pianoforte e vibrafono forniscono alle evoluzione del sax di Berne, è il brano intitolato "Semi-Self Detached" che lascia senza fiato. Inizialmente oggetto quasi misterioso nella galassia del musicista di Syracuse per la sua impalpabilità, il senso di spazio infinito, le atmosfere rarefatte, i suoni appena percettibili, con il passare dei minuti il brano acquista corpo e vigore grazie ad un solo feroce, delirante, visionario, devastante del sassofonista. Da KO.

Another great one, Mr. Berne!

Track Listing

Lost In Redding; Small World In A Small Town; Embraceable Me; Angles; Youve Been Watching Me; Semi-Self Detached; False Impressions.

Personnel

Tim Berne
saxophone, alto

Tim Berne: alto saxophone; Oscar Noriega: B-flat clarinet, bass clarinet; Matt Mitchell: piano, electronics; Ryan Ferreira: electric guitar, acoustic guitars; Ches Smith: drums, vibraphone, percussion, timpani.

Album information

Title: You've Been Watching Me | Year Released: 2015 | Record Label: ECM Records


< Previous
After All Is Said

Comments

Tags


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Near

More

Hills & Valleys
Superlocrian
Stick Together
Behn Gillece
Circles
Friends & Neighbors
Unknown Rivers
Luke Stewart Silt Trio

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.