Home » Articoli » Album Review » Wintsch/Weber/Wolfarth: WWW

1

Wintsch/Weber/Wolfarth: WWW

By

Sign in to view read count
Wintsch/Weber/Wolfarth: WWW
Riuscire ad esprimere qualcosa di veramente nuovo e originale con il piano trio risulta impresa titanica viste le numerose e continue trasformazioni subite, nel corso di quasi un secolo, dalla più classica delle formazioni jazzistiche. A meno di non essere dei geni. Il pianista Michel Wintsch, il bassista Christian Weber ed il batterista Christian Wolfarth geni sicuramente non sono, ma possiedono una solida conoscenza musicale, una buona dose di curiosità nel ricercare possibili vie di fuga da sentieri già battuti, ed un affiatamento cementato da un’ assidua frequentazione del catalogo Leo Records.

Il dialogo che intercorre tra i tre musicisti è improntato ad una estrema libertà d’azione, con strategici punti nevralgici nei quali le idee di ciascun musicista sembrano trovare energie aggiuntive per lanciarsi in ulteriori, personali esplorazioni. Si avvertono echi di musica contemporanea, pillole di blues tutt’altro che canonico, meditazioni contemplative con gli strumenti che giocano di sfumature e riverberi appena percettibili.

L’improvvisazione scorre senza soluzione di continuità, a volte con fremente urgenza, a volte con dinamica sobrietà, sempre con vigile attenzione alle forme, nelle quali si privilegia il climax generale piuttosto che un percorso narrativo tradizionale. “Liquid Music“ è il titolo della quinta traccia del CD: ecco se volessimo etichettare in qualche modo questa musica la potremmo definire così, materica e inafferrabile allo stesso tempo, densa e viscosa come certi liquidi, leggera trasparente come la miglior acqua di montagna.

Personnel

Album information

Title: WWW | Year Released: 2006 | Record Label: Blue Note


< Previous
What Exit

Comments

Tags


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

More

Stream
Fergus McCreadie
Volumes & Surfaces
Jason Stein / Damon Smith / Adam Shead
Journey to Where
Trish Clowes & Ross Stanley

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.